I giardini Poseidon Ischia

Tra i parchi termali più famosi in Italia vanno segnalati i Giardini Poseidon Ischia, un tuffo nella natura e nella naturalezza, con il suo 40% di frequentatori stranieri, attirati da un turismo di qualità, responsabile e sostenibile


di Paola Pellai

Almeno una volta nella vita bisogna andarci. E se ci andate una volta sarà difficile non tornarci. I Giardini Poseidon di Ischia sono un’esperienza sensoriale ed emozionale, oltre che terapeutica.

Vi resterà nelle ossa il tepore benefico delle sue acque termali e negli occhi e nell’anima uno spettacolo di piante, fiori e terrazze che, gradualmente, vi porta al mare, sulla spiaggia di Citara, una delle più belle, qualche chilometro fuori dall’abitato di Forio.

giardini Poseidon Ischia

Ogni guida turistica internazionale cita i Giardini Poseidon come una meta irrinunciabile, ma è solo “testandoli” dal vivo che capirete perché il parco termale più grande di Ischia è una sorta di esperanto senza lingue e confini. Già, perché il 40% dei suoi frequentatori è straniero, prima attirato e poi incantato da un turismo di qualità, responsabile e sostenibile.

I Giardini Poseidon Ischia rappresentano la perfezione che non appartiene a tutti gli ingranaggi dell’isola che se la deve vedere con strade dissestate, mezzi pubblici che saltano le corse e si ritrovano perennemente affollati e il problema dell’immondizia che talvolta deturpa persino i panorami più suggestivi. I Giardini hanno da sempre una proprietà tedesca e sarà anche merito di quella mentalità se qui tutto funziona alla perfezione, come i grandi orologi posizionati su ognuna delle 20 piscine termali (le sorgenti sono di origine vulcanica), che hanno temperature costanti dai 28 ai 40 gradi. A queste se ne aggiungono altre 3 con acqua di mare per il nuoto sportivo e il divertimento dei bimbi, una grotta di vapore termale scavata nel tufo, tre gruppi Kneipp (bagni alternati 40°/15°) per migliorare la circolazione e un cammino di esercizio vascolare degli arti inferiori.

giardini Poseidon Ischia

GERNOT WALDE, IL MEDICO UMANISTA CHE FONDO’ I GIARDINI POSEIDON

Ma i numeri non si fermano qui: 6 ettari di estensione, 500 metri di litorale, 8.000 metri quadrati di spiaggia, 3 punti ristoro (imperdibile ad un’altezza panoramica la grotta del vino, ricavata all’interno di un’antichissima cantina completamente scavata nel tufo), un centro benessere che comprende anche trattamenti olistici. Già, perché il vero intuito di Gernot Walde, il medico umanista tedesco che nel 1959 fondò i Giardini Poseidon Ischia, fu quello di svincolare le cure termali da una concezione unicamente terapeutica per metterne in risalto fin da allora le capacità di donare benessere. Insomma, un antesignano del tanto propagandato “wellness” odierno.

NESSUN PRODOTTO CHIMICO PER TRATTARE LE ACQUE

Questo parco è davvero un tuffo nella natura e nella naturalezza. Le acque termali non vengono in alcun modo trattate con prodotti chimici e l’acqua è rinnovata di continuo durante l’intera giornata. Alla chiusura della struttura una squadra di operatori specializzati provvede, fino a notte fonda, a svuotare e pulire ogni vasca, prima di riempirle di nuovo, controllando la qualità dell’acqua. Un lavoro di manutenzione complesso ed oneroso, ecco perché il parco non può permettersi di rimanere aperto nei mesi di basso profilo turistico. Ma va seguito sempre, tutto l’anno, per far sì che quei giardini siano rigogliosi e vitali nei mesi di apertura. Per evitare l’inquinamento del suolo e delle falde, non viene effettuato alcun trattamento chimico sulle piante, “curate” invece con infusi di ortica. E si tende sempre a ripopolarlo secondo i criteri della macchia mediterranea, sia per la flora che per la fauna.

giardini Poseidon Ischia

UN ALTISSIMO POTENZIALE CURATIVO

E’ un’esperienza particolare camminarci dentro, individuare le piante per scoprire quanto la natura può essere generosa con chi le vuole bene. Ma il vero divertimento sarà, piantina orientativa in mano, provare tutte le vasche, partendo da quelle a temperatura più bassa per salire poi gradualmente alle più calde. La mia preferita è stata la vasca “Ischia”, 34 gradi, ampie dimensioni e scrosci d’acqua che mi hanno rimesso in sesto una spalla dolorante. Le sorgenti termali dei Giardini Poseidon hanno un altissimo potenziale curativo, specificamente per patologie osteo-articolari, muscolo-tendinei (come artrosi, ernie discali etc.), malattie reumatiche in fase cronica e affezioni dell’apparato respiratorio. Hanno inoltre un effetto benefico su problemi dermatologici e ginecologici cronici e in generale favoriscono la rigenerazione di tutto l’organismo con effetto anti-stress e anti-age. E, particolare non da poco, i bagni termali e tutti i trattamenti medici e terapeutici sono fiscalmente detraibili nella misura del 19%.

giardini Poseidon Ischia

A tal fine, è necessario essere in possesso, oltre che della fattura rilasciata dallo stabilimento termale, anche della prescrizione medica. Quest’anno avete tempo fino al 31 ottobre 2018 per innamoravi dei Giardini Poseidon, l’incanto di una fiaba.

INFORMAZIONI

Aperto tutti i giorni fino al 31 ottobre dalle ore 9 alle 19
Centro benessere: dalle 9,30 alle 18

(dal 1° ottobre chiusure anticipate di mezz’ora)

Prezzi intera giornata
Adulti 33 euro
Bambini* 4-11 anni 16,50 euro
Bambini* 0-3 anni gratis

PREZZI MEZZA GIORNATA (dalle ore 13)
Adulti 28 euro
Bambini* 4-11 anni 14 euro
• Bambini* 0-3 anni gratis
• Interdetta la zona termale

INDIRIZZO
Via Giovanni Mazzella, SNC
Baia di Citara
80075 Forio d’Ischia (NA)

INFORMAZIONI
Tel.: (+39) 081 908 71 11
www.giardiniposeidonterme.com

TI PIACCIONO LE TERME? LEGGI ANCHE:

Week End alle terme, destinazione Pré-Saint-Didier

Rimettersi in forma alle Terme di Arta