Spiagge e borghi in Liguria

Un angolo nascosto di Liguria da visitare lentamente. Le calette di Bergeggi e il borgo di Verezzi, tra storia, teatro e area marina protetta


Di Debora Bergaglio – Liguria 

Meravigliosa e suggestiva, stretta fra i monti e il mare, scavata da grotte e protetta da torri, illuminata da fari d’avvistamento, puntellata di porticcioli e accarezzata dai venti. L’avrete riconosciuta, è la Liguria, quella sottile striscia di terra affacciata su un mare blu e guardata alle spalle da montagne verdi, talvolta imponenti. Fra tante rinomate località che popolano la Regione da Levante e Ponente, ci sono sempre angoli nascosti che attendono di essere svelati e attraversati da visitatori attenti, in cerca di rapimento. Se siete tra questi, eccovi alcuni spunti per trovare lo stupore che stavate cercando.

Dovete dirigervi a Ponente, precisamente nella Riviera delle Palme, che accomuna molti centri dela Provincia di Savona. Qui si trova il Comune di Bergeggi, con un borgo aggrappato al monte Sant’Elena che scende verso il mare e si getta nelle acque cristalline della sua area marina protetta. Se cercata una caletta senza ombrelloni e stabilimenti, intima e pittoresca, qui potete trovarla. Ma ci sono anche spiagge attrezzate con ombrelloni e docce, per godersi, in modo diverso, tutto l’incanto di questo angolo di Liguria davvero magico.

Liguria_Bergeggi
L’ISOLA DI BERGEGGI E LA GROTTA MARINA

Come magico è ciò che troverete di fronte a voi. L’isola di Bergeggi, praticamente una montagna che spunta dal mare, fa parte della Riserva naturale regionale di Bergeggi dal 1985 e mostra  le tracce del suo passato di avamposto strategico e faro di segnalazione. Tra il 992 al 1252 fu anche sede del monastero dei monaci di Lerino. Roccia, pietre, mare e torri. Un panorama che non stanca mai, anzi, invoglia a scoprire ancora di più. Quando il mare è calmo e si ritira, per esempio, si possono scorgere grotte e formazioni rocciose. Una di queste è Punta Prodani, mentre la Grotta Marina, visitabile in alcuni giorni della settimana, rappresenta un’altra opportunità di conoscere tutta la bellezza e anche un po’ di storia di questa parte di Liguria.

Un piacevole percorso ciclopedonale che unisce diverse località di questa parte di Liguria, consente di passeggiare sopra le calette di Bergeggi, ammirandole dall’altro, mentre alcuni sentieri consentono di scendere verso le spiagge amate da tanti appassionati di sport subacquei. Passeggiate, arrampicate sulle pareti rocciose, giri in bici ed escursioni in canoa sospesi sulle acque smeraldine di questo tratto ligure, sono solo alcune delle attività che, in alternativa alla “vita di mare”, possono consetire di scoprire Bergeggi e gli altri borghi limitrofi, tutti ricchi di storia e fascino, come Noli, Varigotti e Finalborgo.

SUGGERIMENTI PER BERGEGGI

Cercare la “propria” caletta

Passeggiare tra una località e l’altra partendo da Bergeggi, a piedi o in bici

Visitare le grotte di Bergeggi ( aperte solo alcuni giorni la settimana, informarsi presso il Comune)

In Canoa tra le acque smeraldine di Bergeggi

Aspettare il tramonto ammirando l’isola di Bergeggi

Praticare snorkeling o immersione nelle acque blu di questo tratto di Riviera

PASSEGGIATA SERALE E CENA CON VISTA DEL GOLFO

Liguria_VerezziSul calar della sera, abbandonata la spiaggia dopo aver osservato il sole tramontare sull’Isola di Bergeggi, prendete l’auto e, percorrendo l’Aurelia, dirigetevi verso Borgio Verezzi, che dista poche decine di minuti. Durante il tragitto potrete ammirare un tratto di Liguria sorprendente, straordinariamente roccioso quasi a formare un canion, meta di molti arrampicatori. Parcheggiando l’auto a Borgio, che rappresenta la parte sul mare del Comune, potrete salire a piedi con una piacevole passeggiata – in salita – verso Verezzi, ovvero la parte alta del Comune. In alternativa potrete direttamente salire al borgo alto in auto. Una volta arrivati sin qui, rimarrete stupiti da uno scenario tra i più suggestivi della Liguria. Di tanti borghi, Verezzi è sicuramente uno tra i più insoliti e originali di questa Regione e non solo. Un grande palcoscenico che si affaccia sul golfo. Letteralmente. Ed infatti Verezzi è sede, dal 1967, del Festival teatrale di Borgio Verezzi, prestigiosa rassegna che si svolge puntualmente durante l’estate, nei mesi di luglio e agosto.

Se deciderete di visitare Borgio Verezzi durante questo periodo, sarete accompagnati lungo la via principale del borgo da una lunga passerella rossa che conduce a Piazza S. Agostino, dove si trova il palcoscenico da un lato e lo spettacolo del golfo dall’altro. Una scenografia naturale di fronte alle quinte da cui si esibiscono gli artisti che ogni anno scelgono di essere qui. E tutto si fa spettacolo, tutto è arte, fra i vicoli stretti sormontati dagli archetti aerei, le chiese, le vie lastricate, i porticati, gli orti ben curati, i giardini fioriti di bouganville. Un piccolo borgo curato in ogni dettaglio, reso splendente dalla pietra di Verezzi, una pietra calcarea, leggermente rosata e giallastra, estratta nelle cave del finalese.

Il consiglio è di attraversarlo pigramente, senza fretta, lasciandovi affascinare da ogni vicolo, ogni abitazione e ogni giardino. Non sarà un problema decidere dove fermarsi a cena o prendere un aperitivo. I locali, belli e caratteristici, si affacciano sulla via principale e svelano al loro interno ambienti ricchi di suggestione, in cui degustare alcune tipicità locali, tra cui le lumache e i capperi.

SUGGERIMENTI PER VIVERE VEREZZI

Passeggiata da Borgio a Verezzi

Liguria_Verezzi
Aperitivo sulla piazza

verezzi_aperitivo
Cena con vista golfo (Ristorante “IL CAPPERO”) e dopo cena sui tetti (Bar IL CAPPERO)

Liguria_Verezzi
Visita delle grotte di Verezzi
Una sera a teatro in piazza S. Agostino

Liguria_Verezzi12