Cosa vedere in Salento, le stelle del turismo 2018

Alla Bit di Milano vengono elette le tappe imperdibili per scegliere cosa vedere in Salento, anche in bassa stagione


Di Debora Bergaglio

Quali sono le tappe imperdibili e cosa vedere in Salento durante una vacanza, da vivere anche in bassa stagione?
Hanno risposto a questa domanda, consentedoci di darvi alcuni preziosi consigli di viaggio, una rosa di giornalisti presenti alla Bit di Milano, in particolare alla conferenza stampa organizzata dalla Rivista Spiagge di Carmen Mancarella.

Cosa vedere in Salento
conferenza stampa bit di Milano, in piedi col microfono Carmen Mancarella

PUGLIA PER TUTTI I GUSTI: UN VIAGGIO EMOZIONALE

In questa occasione è stato presentato un intrigante itinerario pensato per viaggiatori golosi, curiosi e amanti delle tradizioni e della cultura: Puglia per tutti i gusti. Si tratta di un viaggio emozionale attraverso il paesaggio, i sapori, la musica e il divertimento fuori stagione. In effetti sono sempre più numerosi i viaggiatori (non turisti, attenzione!) che desiderano scoprire l’anima di un luogo facendo a meno della folla, del tutto esaurito e dei prezzi che caratterizzano l’alta stagione. Eccovi allora, di seguito, alcuni utili consigli su cosa vedere in Salento, dove soggiornare (masseri e B&B), dove pranzare o cenare (osterie e locali tipici).

IL VIAGGIO TRA LE STELLE DEL TURISMO 2018

CEGLIE MESSAPICA
Cosa vedere in SalentoIniziamo il nostro viaggio inizia con un peccato di gola: siamo a Ceglie Messapica, la capitale dell’enogastronomia in Puglia, dove si possono degustare piatti tipici della tradizione pugliese in ben 52 osterie, trattorie e ristoranti su appena 20mila abitanti.
Dice il sindaco Luigi Caroli: “Fiore all’occhiello della nostra Ceglie è la Med Cooking School unica sezione staccata di ALMA in Italia Meridionale, dove vengono a studiare ragazzi da ogni parte d’Italia e del mondo. La scuola è nel cuore del nostro centro storico che è di grande fascino. Come amministrazione abbiamo incrementato gli eventi legati alla tradizione enogastronomica come il Ceglie Food Festival che ogni anno richiama turisti e visitatori da ogni parte d’Italia e del mondo”.
“Qui ci sono 52 osterie e ristoranti su appena 20mila abitanti”, dice il direttore di Affaritaliani.it, Angelo Perrino. “Mangiar bene fa rima con Ceglie Messapica dove si trovano chef stellati, ma anche piccole realtà che offrono cucina casereccia, dai sapori autentici e irripetibili. Le campagne, tra trulli e uliveti sono il simbolo di uno stile di vita che ha spinto persone molto famose ad acquistare casa a Ceglie per trascorrervi gran parte dell’anno, per non dire, il resto della loro vita”.

ORIA, LA PORTA DEL SALENTO
Cosa vedere in SalentoPochi chilometri e  arriviamo a Oria, definita la porta del Salento, dove oltre mille figuranti danno vita alla più grande e longeva rievocazione storica di Puglia, Il Torneo dei Rioni e il Palio in onore di Federico II. “La manifestazione”, dice Antonio Carone del direttivo Pro Loco e del Comune di Oria, “è giunta alla sua 52ma edizione. Viene organizzata dalla Pro Loco di Oria e ricorda l’arrivo del grande Imperatore tedesco Federico II che soggiornò nella cittadina per attendere la sua promessa sposa, Jolanda di Brienne in viaggio da Gerusalemme. L’imperatore indisse il torneamento dei Rioni nel 1225 e gli abitanti di Oria lo rievocano ancora oggi. A fare da cornice a questo straordinario evento è il centro storico, che, tra Cattedrale, quartiere ebraico e case bianche  è una tappa imperdibile delle vacanze salentine”.

MELENDUGNO, TRA MARE STORIA E CULTURA
Cosa vedere in SalentoIl nostro viaggio ci conduce ora sul Mar Adriatico nelle Marine di Melendugno con la consigliera delegata al turismo Angelica Petrachi: “Per la sua bellezza, la trasparenza delle acque e la qualità dei servizi offerti, sul nostro mare sventolano ormai da otto anni la Bandiera Blu del Fondo sociale europeo per lo Sviluppo e per l’ambiente, le cinque vele di Legambiente e la bandiera verde, un ambito riconoscimento conferito dall’Associazione nazionale medici pediatri che ha riconosciuto le spiagge di Melendugno “a misura di bambino”. Lungo quindici chilometri di costa morbide e bianche spiagge si alternano alla scogliera bassa: Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Roca, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea.

Una tappa imperdibile è Roca Vecchia, dove c’è la grotta della Poesia, definita dal National Geografich tra dieci piscine naturali più belle al mondo. Ma Roca è anche un’importante sito archeologico dove un’attenta campagna di scavi sta portando alla luce i resti di un’antica città che aveva mura alte dieci metri e spesse 25. Era una città protesa sul Mediterraneo, paragonabile per importanza a TROIA e a MICENE!”

“Ma il territorio di Melendugno non è bello da vivere solo d’estate”, dice la consigliera delegata al turismo. “Anche in bassa stagione sa regalare mille e una emozioni. Un fitto bosco i ulivi lambisce le spiagge e fa di Melendugno un paese leader nella produzione di olio extravergine di oliva (detiene il 4 per cento della produzione regionale) con le sue aziende di eccellenza. Da questa coltura e cultura scaturiscono ben due Notti del Fuoco in pieno inverno: la Focara di San Niceta, il grande falò che si accende il 27 gennaio di ogni anno, e Le Lingue di Sant’Antonio, un falò che arde il 15 febbraio in onore dell’ononimo Santo a Borgagne, centro rinomato tra i Borghi autentici più belli d’Italia! Entrambe le pire vengono costruite con i rami secchi dell’ulivo e segnano la fine della potatura e della campagna olearia”.

CAPRARICA
Cosa vedere in SalentoA pochi chilometri da Melendugno si trova Caprarica, dove la cooperativa Terra Mia propone passeggiate tra gli uliveti secolari a cavallo oppure su antichi carretti. “Il 45 per cento della produzione di olio extravergine di oliva è biologica”, esordisce il vicepresidente della Cooperativa Giorgio Persano. “Inoltre a Caprarica si trova l’azienda di allevamento di bovini più grande di Puglia. Nel centro storico si possono ammirare le tipiche case a corte, mentre gli uliveti si distendono a perdita d’occhio dalla Serra fino alla pianura. Caprarica è famosa per la sua Fiera, che si celebra ogni 25 aprile in onore di San Marco: quest’anno festeggiamo i suoi primi 170 anni!”.

TRA LE TERRE D’ARNEO

Cosa vedere in Salento
leverano-piazza

„Salento lento, Salento senza tempo“ è la proposta dell’Unione dei Comuni Union 3 con l’assessore alla cultura Cosimo Lupo che porta i giornalisti alla scoperta di un viaggio emozionale attraverso i Riti della Settimana Santa, quando emerge tutto il carattere spagnolo delle tradizioni salentine.
“La nostra terra, si sa, è ricca di spiritualità”, dice l’assessore di Union 3, Cosimo Lupo. “La domenica delle Palme Veglie con l’associazione Veglieeventi, mette in scena la Passione vivente. Intorno a questo evento abbiamo costruito un itinerario di viaggio che poterà a visitare tutti i Comuni che fanno parte dell’Unione: Lequile, Monteroni, Arnesano, Carmiano, Leverano, Porto Cesareo e Copertino. Ognuno di loro potrà mettere in luce le proprie peculiarità e bellezze. Prevista anche una tappa sulla tomba di don Tonino Bello, ad Alessano, che presto sarà omaggiata anche dalla visita del Santo Padre. Il titolo dell’itinerario è infatti “Santa Fede, i percorsi della spiritualità dalle Terre d’Arneo al Capo di Leuca. E con i percorsi nella natura miriamo a incentivare un turismo lento e fuori stagione”.

SALVE E LE SUE MERAVIGLIOSE MARINE

salve-santuariodiSANTAMARINA
santuariodiSANTAMARINA

E per chiudere in bellezza eccoci nel meraviglioso territorio di SALVE, il cui Sindaco, Vincenzo Passaseo, propone itinerari nella natura alla scoperta della campagna, delle masserie affacciate sul mare e dove si può ascoltare ancora il suono dell’organo più antico di PUGLIA.
“Salve e le sue spiagge sono prese di mira solo in alta stagione” dice il sindaco Vincenzo Passaseo. “Noi proponiamo invece di venire a scoprire il territorio anche in primavera, quando si possono visitare siti archeologici che si trovano proprio a ridosso del mare, gli antichi tratturi che si trovano tra le campagne e le bianche masserie. La nostra chiesa madre conserva l’organo più antico di Puglia ancora funzionante! Risale infatti al 1628, mentre il centro storico di Salve è una vera delizia: si possono ammirare le tipiche case a Torre, case fortificate e il frantoio ipogeo che deve essere considerato il pozzo petrolifero di una volta, quando l’olio d’oliva che vi si produceva (detto lampante) serviva per illuminare le più grandi città d’Europa come Londra Parigi. Mosca.  Noi offriamo soprattutto in bassa stagione un tour affascinante e intrigante, sulla scia del turismo culturale, facendo passare il messaggio che in ogni mese dell’anno e soprattutto in bassa stagione, ci sono tantissime buone ragioni per ritornare nella nostra terra”.

COME ARRIVARE:

FERROVIE: La stazione dei treni più vicina è LECCE
AEROPORTI: L’aeroporto di riferimento è BRINDISI collegato a Lecce con servizi navetta privati oppure con taxi o bus urbano+treno (appena mezz’ora).
L’aeroporto di BRINDISI è collegato alle principali città ed europee con voli diretti e low cost.
Info: www.aeroportidipuglia.it

DOVE DORMIRE

HOTEL – VILLAGGI  e MASSERIE
www.cdshotels.it

MASSERIE
www.masseriasantateresa.com

CANTINA OSPITALE AGRICOLA DELL’ARNEO
www.agricoladellarneo.it

NATURALIS BIORESORT & SPA – MARTANO
www.naturalisbioresort.com

MASSERIA CASINA VITALE CEGLIE MESSAPICA
www.masseriacasinavitale.it

IN CAMPEGGIO

CAMPEGGIO SENTINELLA .- TORRE DELL’ORSO
www.campeggiosentinella.it

CAMPEGGIO Torre CASTIGLIONE – TORRE LAPILLO frazione di PORTO CESAREO
http://www.torrecastiglione.it

B&B ALVINO – LECCE
www.alvinosuiteandbreakfast.it

B&B TENUTA CALITRE – MELENDUGNO
www.tenutacalitre.com

IN APPARTAMENTO
www.grimaldivacanze.it

LIDI

LIDO LA SORGENTE TORRE DELL’ORSO
www.lidolasorgente.it

RISTORANTI

A Kilometro Zero – SUPERSANO
www.ristorantekilometrozero.com

HOSTARIA AMARCORD –  GALATINA
www.amarcordhostaria.it

Ristorante GUSTO CASTRIGNANO DEI GRECI
www.ristorantegustosalento.it

GIRI GOLOSI IN CANTINA A LEVERANO

CONTI ZECCA
www.contizecca.it

AGRICOLA DELL’ARENO
www.agricoladellarneo.it

CAPRARICA PASSEGGIATE TRA GLI ULIVETI

CAPRARICA cooperativa Terra MIA
https://www.facebook.com/terramiasalento/