Food, fashion e made in Italy

Food couture, unconventional fashion. Un progetto tra fashion, food e made in Italy selezionato per Expo 2015.


Nella stupefacente galleria affrescata nel 1741 da Giovanbattista Tiepolo a Palazzo Clerici nel centro di Milano si è svolta un’insolita sfilata da un’idea di Unica Comunicazione denominata Food Couture e questo progetto targato “made in Italy” è stato selezionato da Regione Lombardia per le iniziative di Expo 2015.

made in Italy

La collezione molto intrigante e iconografica dove il food si trasforma in fashion e racconta le emozioni del Garda Lombardo. Sul mood di 4 itinerari, 4 suggestioni – Blue, Green, Yellow e White i capi della sfilata poliedrici e perfetti nelle geometrie e nei volumi in seta pura nelle versioni Habotai e Chiffon.

made in Italy

Le immagini della natura del Garda lombardo di limoni, zagare, canneti, cortecce. Fondi di bottiglie, squame di pesce, reti da pesca, foglie di vite sono state trasportate sul tessuto da laboratori artigianali Made in Italy.

expo2015fashion6La sartorialità esperta di Aqua De ha curato la realizzazione degli abiti in queste stoffe così ricercate e speciali.

La fotografia in Food Couture diviene cifra stilistica, linguaggio non verbale capace di raggiungere tutte le culture per comunicare con immediatezza le bellezze del luogo, che si intrecciano fondendosi in un tutt’uno di accostamenti inediti, immagini, figure in un turbinio di segni evocativi che diventano veri e propri simboli con una grande carica poetica. Un progetto veramente made in Italy per Expo 2015.

 

Testo e foto di Giovanna Dal Magro