Expo ieri e oggi: le invenzioni che hanno cambiato la storia

Informazioni utili per visitare Expo 2015, ma anche curiosità e invenzioni che hanno fatto la storia della “Grande Esposizione delle opere Industria di tutte le Nazioni”, come la televisione, la macchina da scrivere e il computer


Expo Milano 2015 è senza dubbio l’evento dell’anno. Più di 14 milioni di visitatori hanno finora esplorato l’enorme area espositiva (1,1 milioni di metri quadrati) incentrata sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Oltre 140 paesi hanno avuto la possibilità di presentare al pubblico le proprie tradizioni agroalimentari e gastronomiche. A tenere alta la bandiera della cucina italiana alcuni grandi chef del nostro paese, tra cui Ugo Alciati, Carlo Cracco e Davide Oldani.

All’esposizione milanese centinaia di testate e siti hanno dedicato articoli e reportage  per raccontare il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione. Ma cos’è l’Expo? Qual è la sua storia? Il motore di ricerca di viaggio Goeuro ha realizzato una pagina con informazioni utiliper chi desidera visitare il sito espositivo, che contiene anche qualche curiositá sugli Expo di ieri e oggi.

expo
Crystal Palace di Londra

Comunque, é interessante sapere che molte delle invenzioni che hanno rivoluzionato la nostra vita quotidiana sono state presentate durante gli Expo del passato: la macchina per cucire Singer, la televisione, la macchina per scrivere, il computer.

La prima esposizione universale (allora non si chiamava Expo bensì “Grande Esposizione delle opere Industria di tutte le Nazioni”) si tenne dal 1 maggio al 31 ottobre 1851 nel celebre Crystal Palace di Londra e fu fortemente voluta dal principe Alberto, marito della regina Vittoria. La manifestazione si rivelò un grande successo: sei milioni di visitatori accorsero per osservare le invenzioni presentate nell’edificio in ferro e vetro costruito appositamente per l’evento.

In quell’occasione, l’imprenditore americano Samuel Colt presentò la famosa pistola a tamburo che porta il suo nome. Nell’esposizione di Philadelphia del 1876, il giovane Alexander Bell espose un’invenzione che avrebbe cambiato il modo di comunicare: il telefono elettrico.

expo

Nel 1878, Thomas Edison consegnò alla storia il megafono e il fonografo, uno dei primi strumenti in grado di registrare e riprodurre suoni. Circa vent’anni più tardi, durante la seconda esposizione parigina del 1899, la Francia sbalordì i visitatori inaugurando la Tour Eiffel, che sarebbe diventata il simbolo di Parigi e uno dei monumenti più visitati del mondo. Insomma, l’Expo ha sempre riservato grandi sorprese e anche questa edizione si propone come una piattaforma d’innovazione per un futuro sostenibile. Chi ancora non l’ha fatto ha tempo fino al 31 ottobre 2015 per inoltrarsi nei padiglioni dei tanti Paesi partecipanti e approfittare dei numerosi eventi artistici e musicali, convegni, laboratori creativi e mostre in programma.

Il sito espositivo di Expo 2015 è situato a Nord-Ovest di Milano ed è aperto al pubblico dalle 10 alle 23 dal lunedì al venerdi e dalle 10 alle 24 sabato e domenica.