Expo 2015

A Milano l’Esposizione Universale Internazionale dall’1 Maggio al 31 Ottobre. Ad Expo 2015 si parlerà di:  “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.


Esposizione Universale Internazionale: tre parole che scritte l’una accanto all’altra danno idea e sensazione di qualcosa di estremamente grande, dalle dimensioni universali appunto. E così è, infatti. Da diversi anni se ne parla, da altrettanti anni viene preparata, e fra poco meno di due mesi sarà inaugurata. Si tratta di Expo 2015, che si appresta ad accogliere a Milano milioni di operatori e visitatori da ogni parte del mondo, che per sei mesi, dall’1 Maggio al 31 Ottobre 2015, si incontreranno e confronteranno sull’argomento principe dell’evento: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

expo 2015

SENSIBILIZZARE IL PIANETA

Ognuno dei paesi partecipanti avrà l’occasione di mostrare e far assaporare i migliori prodotti della propria cultura gastronomica, cercando di diffonderne e spiegarne le caratteristiche tradizionali e agroalimentari legate al proprio ambiente e al relativo territorio.

expo 2015
La mascotte di Expo 2015

Ma l’incrocio di questa gran mole svariata e spesso estremamente differente di cibi e sapori va molto al di là del semplice seppur piacevole scambio di “assaggi”, ma punta soprattutto a favorire un dialogo internazionale, anzi proprio universale, sulle diverse tecnologie che in campo alimentare vengono impiegate per sviluppare un’alimentazione sostenibile sempre maggiore, con il grande obiettivo di dare risposte a quello che è ormai un’esigenza non più rinviabile, ossia che sulla terra venga garantito a tutte le popolazioni il diritto alla produzione di un cibo sano, sicuro e sufficiente, nel rispetto degli stessi equilibri naturali e ambientali del nostro pianeta. Un obiettivo davvero di grandi proporzioni, quindi, che proprio per questo necessita di un’area molto ampia, come confermano i numeri previsti per Expo 2015. Il cuore del quartiere espositivo, infatti, allestito nella zona di Rho alla periferia di Milano, occuperà poco più di un milione di metri quadri, a cui vanno aggiunti i vari spazi dedicati ad iniziative collaterali e parallele che periodicamente si svolgeranno fra strade, palazzi e parchi del centro della città e delle zone limitrofe.

expo20156

NOVE CLUSTER SUDDIVISI SECONDO LE FILIERE ALIMENTARI

E all’interno di questo milione di metri quadri, saranno poco meno di 140 i paesi che parteciperanno – un record in tema di Expo 2015 – e che si districheranno tra i diversi padiglioni realizzati, e che a differenza delle precedenti edizioni non saranno più raggruppati secondo rigidi criteri geografici, ma seguendo invece nove identità tematiche e filiere alimentari, suddivise così: Bio Mediterraneo, Frutta e legumi, Cereali e tuberi, Caffè, Cacao, Zone aride, Spezie, Isole, Riso. Quelli appena elencati saranno chiamati Cluster, all’interno di ognuno dei quali prenderanno forma e vita i mercati, le mostre, le degustazioni e gli eventi che i singoli paesi attiveranno a seconda dell’argomento al quale decideranno di partecipare.

SAPORI TRA GLI ARCHITETTONICI PADIGLIONI NAZIONALI

E sarà l’occasione quindi di curiosare e scoprire anche le diverse creazioni architettoniche degli oltre 50 padiglioni a carattere nazionale allestiti, che accompagneranno con le loro forme la scoperta dei sapori dei quattro angoli della terra, adattati alle caratteristiche visive scelte da ogni paese. Si andrà dal centrale padiglione Italia, che richiama le sembianze di un nido di uccello, a quello della Cina, progettato con un design che richiama le antiche costruzioni dell’immenso paese d’estremo oriente, con l’utilizzo anche di riso e bambù, all’immancabile spazio statunitense tradizionalmente pomposo coi suoi giardini verticali sulle pareti, e a tutti gli altri delle decine di nazioni che via via saranno scoperti durante il semestre di Rho-Milano.

expo20154

ESPERIENZA SENSORIALE ATTRAVERSO CINQUE AREE TEMATICHE

Ci sarà modo, quindi, di perdersi gradevolmente per gli innumerevoli visitatori, turisti, operatori del settore, magari anche scegliendo e dividendosi tra le diverse aree tematiche create per conoscere il tema principe di Expo 2015 tramite un’inusuale conoscenza sensoriale. Saranno 5 queste aree: quella del “Padiglione Zero”, in cui si potrà provare come esperienza una sorta di viaggio al centro della Terra; quella del “Parco della Biodiversità”, che consentirà ai visitatori di osservare, toccare, odorare, ascoltare, e in casi particolari pure mangiare, migliaia di piante; quella del “Future food district”, che permetterà di provare delle tecnologie divertenti seguiti da chef professionisti, improvvisandosi così produttori e consumatori; quella dell’”Arts & Foods”, che prevede un itinerario artistico sul tema del cibo protagonista delle svariate opere; quella del “Children Park”, uno spazio-giardino dedicato ai bambini che qui potranno giocare e scoprire le curiosità di questa area.

EXPO 2015 TRA ALIMENTAZIONE ED EVENTI PARALLELI

Sono solo alcuni dei grandi numeri di una grande Esposizione che ormai aspetta poche settimane per spalancare i cancelli e dare inizio a questo immenso e lungo incontro-confronto di sensibilizzazione sul tema dell’alimentazione sostenibile da rendere sempre più fruibile e sana per il futuro, a cui si accompagneranno quotidiane attività volte alla riscoperta delle preziose opere artistiche e alla valorizzazione e promozione turistica del territorio milanese e italiano, che ha sempre attratto i visitatori connazionali ed esteri anche per il proprio legame tra gastronomia e bellezze culturali. Anche noi ovviamente seguiremo le varie fasi di questo attesissimo evento che è ExpoMilano2015, perché in fondo anch’esso è un viaggio, una scoperta, un cammino, un’ulteriore possibilità di incontro e di conoscenza di tradizioni, sapori, luoghi, persone.

Di Alessandro Tavilla