Le spiagge del Salento in pericolo

Di Debora Bergaglio

Siamo nelle spiagge più belle d’Italia. Un paradiso terrestre diventato fra le prime mete in Italia, un territorio che sta ormai da anni puntando tutto sul turismo e sul quel naturale senso di accoglienza che la gente di questi luoghi sa trasmettere.

buonviaggioitalia_tapsalento
Il Salento svetta fra le destinazioni turistiche preferite in Italia e la Puglia si rimbocca le maniche per sviluppare strategie e politiche di marketing turistico, che hanno successo. Ma ora, forse, tutto questo sarà inutile, a causa di un grande progetto calato dall’alto (la TAP: Trans-Adriatic Pipeline, Gasdotto Trans-Adriatico), senza concertazione sul territorio, che minaccia gravemente la bellezza e l’economia del territorio, ad oggi basata sul turismo, appunto.

ARRIVA GRILLO

Il 20 settembre anche il leader del movimento 5 stelle, Grillo, arriverà sulla spiaggia della TAP per fare un sopralluogo e percorrere a piedi otto chilometri lungo il tracciato della Tap tra i 1.900 ulivi secolari che saranno divelti, fino ad arrivare nei pressi dei dolmen Placa e Gurgulante, dove sarà realizzata la centrale di depressurizzazione, fra tre centri densamente abitati: Melendugno, Calimera e Vernole, in provincia di Lecce.

buonviaggioitalia_tapsalento

Le dune che saranno sbancate dal gasdotto

Noi di Buonviaggioitalia.it, abbiamo visitato le spiagge che saranno interessate da questo infelice progetto che mette in serio pericolo la bellezza e le attività turistiche del luogo. Ci troviamo a Melendugno, nel cuore del Salento, sulla riviera adriatica. Fra morbide dune di spiaggia bianca e una distesa di ulivi secolari e gigli selvatici, si trova l’ incantevole spiaggia la Caciulara San Basilio (foto sopra), a San Foca, una delle cinque marine di Melendugno, insignita per ben quattro volte della Bandiera blu e Le cinque Vele di Legambiente, distante appena un chilometro e mezzo dalla riserva naturale di interesse internazionale Le Cesine.

buonviaggioitalia_tapsalento
E’ un’area in cui si trovano numerosi siti di interesse comunitario e anche un sito archeologico di straordinaria bellezza, Roca Vecchia, la Micene del Salento. Proprio qui, fra queste dune, approdano per deporre le loro uova le ormai rare tartarughe di mare: caretta caretta. Un luogo scelto dalla natura, insomma, ed anche dai turisti, che apprezzano questi chilometri di costa ancora incontaminati. Ma per quanto?

PARERI CONTRARI E CONTRO RAPPORTO

Nonostante il parere contrario del ministero dei Beni culturali, e il dissenso di gran parte degli amministratori locali, il progetto TAP, che prevede l’ approdo di un gasdotto che parte dall’Azerbajian proprio sulla spiaggia “la Caciulara San Basilio” a San Foca, va avanti.

buonviaggioitalia_tapsalento
Allo stato attuale il Ministero dell’Ambiente ha approvato il rapporto di Valutazione Impatto Ambientale presentato dalla società Tap con 58 prescrizioni, il Ministero dei Beni Culturali, come si è detto, lo ha invece bocciato. Parla chiaro il controrapporto presentato sin dal novembre dello scorso anno dal Comune di Melendugno al Ministero dell’Ambiente: “Abbiamo convocato gli esperti“, spiega il sindaco di Melendugno, Marco Potì, “perché potessero liberare il Comitato No Tap e il territorio dall’accusa di campanilismo o sindrome Nimby. C’è un lavoro serio dietro le osservazioni presentate, non potranno dire che siamo degli estremisti incompetenti, ci sono dei grandi professionisti tra le firme del contro-rapporto che svela tutti i punti più controversi del progetto”.

buonviaggioitalia_tapsalento

ulivi secoli a Melendugno

Che questi luoghi non siano adatti ad accogliere un simile progetto, lo direbbe il buon senso, senza nemmeno bisogno di rapporti e di esperti; e ci si chiede con quali criteri ( o non criteri) sia stato scelto un simile tratto di mare. Purtroppo interessi esterni intorno all’approvvigionamento di gas minacciano seriamente il lavoro e il futuro di queste terre e dei suoi abitanti che hanno investito sul turismo. La loro speranza è che la TAP non si realizzi, o per lo meno, e questo sarebbe il minore dei mali, che venisse individuato un altro sito, meno delicato dal punto di vista naturalistico e turistico, per l’approdo del gasdotto.

TAGS
Salento, Tap, gasdotto, Melendugno, Grippo, comitato NO TAP, movimento cinque stelle, Ministero beni culturali, ministero ambiente, spiagge Salento, spiagge Puglia, spiagge più belle d’Italia.

Tagged , , ,