Il ponte del 2 giugno in bici

Per il ponte del 2 giugno Fiab organizza Bicitalia day, una giornata per scoprire tutti i percorsi cicloturistici riconosciuti dal Ministero dell’Ambiente e le 18 ciclovie a lunga percorrenza, considerate come prolungamento di Eurovelo, la rete continentale.


di Alessandro Tavilla

Ponte del 2 giugno: tutti in sella a una bici e pedalare. Senza stress, con passione, curiosità e desiderio di ricaricarsi dopo le fatiche lavorative settimanali, e per aprire la fase estiva delle due ruote a pedali che invaderanno le migliaia di chilometri di ciclovie italiane durante i prossimi mesi soleggiati.

Si tratta, infatti, dell’annuale evento che dà il via alla stagione cicloturistica, il “Bicitalia day”, durante il quale come sempre tantissime saranno le iniziative parallele organizzate lungo i 18.000 km di strade ciclabili da sud a nord del nostro territorio, di cui 10.000 già mappati, e facenti parte appunto della rete Bicitalia, che racchiude tutti i percorsi cicloturistici riconosciuti dal Ministero dell’Ambiente, impreziositi dalla presenza di 18 ciclovie a lunga percorrenza che possono essere considerate come prolungamento di Eurovelo, ossia la relativa rete continentale.

ponte del 2 giugno

BICICLETTATA ADRIATICA

Tutta una serie di eventi, quindi, che oltre che nel portale di Bicitalia, si possono trovare – accompagnati da molti altri futuri – nel ricco calendario stilato dalla Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), che per il giorno della Festa della Repubblica suggerisce, fra i tanti, un programma in particolare, ossia quello della Biciclettata Adriatica, dal prezioso significato propositivo e incoraggiante, volta a promuovere e sostenere l’ambiziosa richiesta di realizzazione della Ciclovia Adriatica Trieste-Lecce, che rappresenta la ciclovia n.6 di Bicitalia, e che interesserà appassionati delle due ruote a pedali che partiranno da sud e da nord, percorrendo la strada in direzioni opposte al fine di incontrarsi a metà tragitto lungo la costa di Pineto in provincia di Teramo. Un gruppo partirà da San Benedetto del Tronto nelle Marche e l’altro invece da Francavilla a Mare in Abruzzo. Entrambi intorno alle 8.30, per arrivare e congiungersi poi verso le 13.

ponte del 2 giugno
Saranno quindi tutte iniziative che permetteranno a tantissimi cicloamatori di visitare luoghi della Penisola osservandoli da un punto di vista diverso, immergendosi fra campagne, paesaggi, strade lungomare, borghi, beni architettonici, fiumi, senza lasciare da parte le occasioni di ristoro che permetteranno di gustare i diversi sapori che variano da regione a regione, e incrociando soprattutto tante persone in sella alle loro biciclette, ognuna delle quali potrà raccontare la bellezza del nostro Paese osservato pedalando lentamente.

ANDIAMO IN BICI

Una passione che quindi andrà oltre il “Bicitalia day”, come dicevamo, in virtù di tutte quelle proposte cicloturistiche che si susseguiranno nei prossimi mesi, e che potranno essere consultate in maniera dettagliata grazie al motore di ricerca allestito dalla Fiab sulla pagina www.andiamoinbici.it, che ne raccoglie circa 4.000, di ogni genere, dal week-end semplice in bici, alla settimana intera a due ruote, alle singole giornate o escursioni a pedali di poche ore.

ponte del 2 giugno

CICLORADUNO NAZIONALE FIAB

E a tal pro, sarà già occasione per molti di scambiarsi consigli e iniziare ad organizzarsi per qualcuna delle manifestazioni estive partecipando al 27’ Cicloraduno Nazionale della Fiab che avrà come teatro il territorio del Lago di Garda nella settimana dal 14 al 21 giugno, o nel più ristretto fine settimana dal 18 al 21 giugno per chi avrà meno tempo libero. Incontro che quest’anno coinciderà anche con il 1’ Raduno CicloTuristico Internazionale dell’Amicizia, e che magari, appunto darà modo di scoprire le diverse offerte del Calendario della Federazione, che per favorire ulteriormente le vacanze cura già da un po’ anche il portale albergabici.it, che consente di trovare gli alberghi e le strutture ricettive “amiche della bicicletta”, dove i cicloturisti possono ricevere accoglienza per essi e i loro mezzi a pedali.

CICLOBBY ED EXPO 2015

In più, da segnalare l’idea dell’associazione milanese Fiab “Ciclobby”, che per tutto il periodo di Expo, fino a fine ottobre 2015, organizza per i visitatori dell’Esposizione dei tour guidati in bici sfruttando i percorsi ciclabili circostanti l’area espositiva, per visitare gli edifici storici e i grandi parchi, percorrendo altresì le nuove piste sulle vie d’acqua. E allora non resta che gonfiare le gomme, muovere i pedali e scegliere semplicemente su quale ciclovia iniziare questa lunga e piacevole estate a due ruote.