Trekking in Valle Pesio

Attraversando le Alpi Liguri e la Provincia di Cuneo, uno speciale trekking in Valle Pesio, con un’indimenticabile cena nel nuovo Rifugio Garelli, al cospetto del massiccio del Marguareis


Di Federico Zerbo

Sotto il peso dello zaino, salivo passo dopo passo, durante il mio trekking in Valle Pesio, con gli occhi fissi sul sentiero, quando d’un tratto alzai lo sguardo e lo vidi. Allungai la falcata e le pulsazioni del mio cuore aumentarono, ma non soltanto per la fatica. Era bellissimo, con i suoi tre tetti spioventi, inserito in quell’ ambiente così suggestivo. Per oltre vent’anni, sotto i miei piedi erano passati centinaia di itinerari e non ero più salito a visitarlo.

Trekking in Valle Pesio

È il Rifugio Piero Garelli, situato appunto in Valle Pesio, Provincia di Cuneo, nel territorio delle Alpi Liguri. Da Cuneo si percorre per intero la Valle Pesio, raggiungendo il Pian delle Gorre (m 1030 – Chiusa di Pesio), oltrepassando gli abitati di Peveragno e Certosa di Pesio. Il mio trekking in Valle Pesio parte dal Rifugio Pian delle Gorre, costruito davanti ad un enorme prato, al limitare di una bellissima pineta. Si prende a sinistra, camminando per 1.5 km su comoda sterrata fino ad un secondo bivio (1200), sempre seguendo l’indicazione a sinistra, il percorso si fa più ripido all’interno del bosco, raggiungendo il Gias Sottano di Sestrera (1341).

Trekking in Valle Pesio

Il sentiero sale con pendenza regolare fino ad una quota intorno ai 1600 metri, dove la vegetazione si fa più bassa e l’ ambiente più roccioso. In breve siamo al Gias Soprano di Sestrera (1842), con una piacevole visuale sul Rifugio ed il massiccio montuoso del Marguareis (2651), protagonista indiscusso della zona. Da qui, in 15 minuti si raggiunge il Pian del Lupo, sede del Nuovo Rifugio Garelli (1970).

Trekking in Valle Pesio

Proprietà dei CAI di Mondovì, fu ricostruito nel 1991 in sostituzione della vecchia struttura, andata distrutta in un incendio nel 1987. Dotato di 90 posti letto, più 12 nel locale invernale, colpisce per la sua particolare architettura, così in sintonia con l’ambiente circostante. La gestione familiare è impeccabile, sia a livello di accoglienza che dal punto di vista gastronomico. Una cena in questo luogo rimarrà a lungo nella memoria di coloro che hanno avuto la volontà e la passione per raggiungerlo.

Trekking in Valle Pesio

Il mio recente trekking in Valle Pesio, effettuato interamente sotto la pioggia, è stato ugualmente speciale, per quello ho trovato in questo luogo e per le emozioni rivissute a distanza di due decenni. Le caratteristiche montuose del Marguareis sono particolari: ricordano quelle delle Alpi Carniche, in Friuli Venezia Giulia; due punti opposti delle Alpi uniti da un filo immaginario che percorre tutto l’Arco Alpino.
È questa in fondo la peculiarità della Montagna: meravigliosa, in qualunque luogo si abbia il privilegio di conoscerla.

Il Marguareis ha molteplici vie di salita: a nord le vie alpinistiche su neve per il canalone dei Genovesi ed il canalone dei Torinesi. Spostandoci verso est troviamo invece il sentiero attrezzato Flavio Sordella (necessario materiale per ferrata), oppure la Via Normale per il Col Palù, consigliata ad escursionisti esperti ed allenati….ma questa, è un’ altra storia ed un’ altra avventura.

INFORMAZIONI UTILI

Periodo di apertura – Da giugno a settembre e durante l’anno su richiesta
Località di partenza – Pian delle Gorre ( 1030 – Chiusa di Pesio – Cn )
Difficoltà – Escursionistico
Dislivello – 940 m
Tempo di salita – 2 ore e trenta
Tempo di discesa – 2 ore
Lunghezza a / r – 10 km