Trekking d’autunno al Lago di Goletta

Nella splendida Val di Rhemes in Valle d’Aosta, un trekking verso il Lago di Goletta e il Rifugio Benevolo per assaporare colori ed emozioni autunnali di una fra le più belle vallate valdostane


Di Federico Zerbo

Settembre ed Ottobre sono i mesi che chiudono la stagione dei trekking estivi in Valle d’Aosta, ai rifugi ed alle cime circostanti, mesi forse un po’ malinconici, le giornate che si accorciano, i primi freddi mattutini. Recentemente ho fatto visita alla Val di Rhemes, una delle quattro valli valdostane del Gran Paradiso insieme alla Val di Cogne, Valsavarenche e Valgrisenche. Trovando un clima particolarmente favorevole, ho percorso un itinerario in condizioni praticamente estive, scoprendo però colori e profumi differenti, in un ambiente meno affollato. Quella di Rhemes è una valle selvaggia, riservata alle persone che amano le emozioni e le sensazioni che solamente un contatto autentico con la montagna può riservare.

Il trekking che qui vi descrivo è stato quello per il Lago di Goletta (m 2705), passando per il Rifugio Benevolo (2285).

trekking
IL RIFUGIO BENEVOLO

Il percorso per il Rifugio Benevolo parte da Thumel (1880), che si raggiunge percorrendo tutta la Val di Rhemes per 38 km, partendo da Aosta. Si attraversano le località di Rhemes St Georges e Rhemes Notre Dame, giungendo al fondovalle. Il trekking verso il Benevolo è una tipica escursione per famiglie, con terreno facile e dislivello modesto. Al termine della strada asfaltata si prende il sentiero a sinistra, che percorre dolcemente la pineta, alle nostre spalle in lontananza il maestoso Grand Combin (4314), la vetta più elevata della Valpelline.

Di fronte a noi invece, l’ampio vallone si apre sulla Granta Parei ( 3387 ), che mostra il suo impressionante versante settentrionale. Superato un primo ponte, con pendenza lieve, a metà percorso (quota 2100) incrociamo la strada sterrata che raggiunge l’alpeggio sopra il rifugio, di fronte a due bellissime cascate. Il Benevolo è già visibile da un pezzo; dopo aver superato il ponte sulla Dora, si affronta un breve ripido pendio che incrocia nuovamente la strada. Siamo proprio sotto il rifugio, che raggiungiamo in 5 minuti, con la costante compagnia delle nostre amiche marmotte (1 ora e trenta da Thumel). La confortevole costruzione, proprietà del CAI di Torino, è posta proprio di fronte al ghiacciaio di Lavassey ed offre un magnifico colpo d’occhio su Punta Galisia ( 3346 ) e Punta Basei ( 3338 ), oltre che sulla Granta Parei, la vera ” regina ” della valle.

trekking al lago di Goletta

IL LAGO

Il vero obiettivo di giornata è però il lago di Goletta. Dal rifugio seguiamo il segnavia 13D risalendo un ripido pendio erboso dopo aver superato un piccolo ponte di legno. Qui la pendenza è decisamente superiore alla prima parte della gita; in breve siamo a quota 2600, il vallone dove è posto il rifugio sembra letteralmente precipitare dietro di noi. L’ambiente è splendido e si percepisce nettamente il cambiamento cromatico rispetto alla stagione estiva. Giunti ad un bivio, seguiamo la segnalazione per il lago a sinistra, mancano 20 minuti. Si cammina con pendenza quasi impercettibile sulla pietraia; improvvisamente il lago appare davanti a noi, proprio sotto al Ghiacciaio di Goletta, che gli alpinisti percorrono per la salita alla Granta Parei. È un classico lago di origine glaciale, dal tipico colore verdastro, l’ambiente circostante è quasi “lunare “. Si ha la netta sensazione di trovarsi ad una quota ben superiore, un contesto davvero aspro ed affascinante, il vero sapore della Montagna.

trekking al lago di Goletta
Sullo sfondo Punta Basei e Punta Leviona

Sulla destra della Granta Parei notiamo la cima della Becca della Traversiere ( 3337 ), interessante trekking per escursionisti esperti, percorribile in un’ora e mezza /due partendo dal lago. È con emozione ed un po’ di nostalgia che diamo un arrivederci alla prossima estate in Valle d’Aosta; è stata una stagione di sorprese e di conferme, di panorami mozzafiato ed emozioni, che questa splendida Regione sa sempre offrire.

INFORMAZIONI UTILI

Località di partenza – Thumel, Val di Rhemes ( 1880 )
Difficoltà – Escursionistico
Dislivello – 825 m ( 405 al rifugio, 420 al lago
Tempo di salita – 1ora e 30 per il rifugio, 1 ora e trenta per il lago
Tempo di discesa – 1ora dal rifugio, 1ora dal lago
Periodo di apertura del rifugio – Da inizio marzo ad inizio maggio e da metà giugno a metà  settembre
Escursione consigliata – Becca della Traversiere ( E/E – 3 ore dal rifugio )

TI INTERESSANO LE ESCURSIONI IN VALLE D’AOSTA? Leggi qui