Pila, tre escursioni estive

di Debora Bergaglio

La località di Pila, in Val D’Aosta, offre tante opportunità per godersi la montagna, sia d’inverno sia d’estate. All’ombra delle grandi e imponenti vette che hanno fatto la storia del territorio, fra laghi, rifugi e alpeggi, ritroverete la forma fisica e mentale, nonché la giusta energia per andare alla scoperta di un territorio tutto da scoprire.

Ecco tre proposte di escursione.

        1 – ADATTO A BAMBINI E AMICI A QUATTRO ZAMPE

Pila estateFoto P. Celesia (vedi anche foto di copertina) 

Il primo sentiero che vi suggeriamo è un mini trekking di 10 km e 500 m di dislivello attivo che potrete percorrere con bambini e anche con i vostri amici a quattro zampe. Il percorso prende il via passando accanto alla partenza della seggiovia Leisse e prosegue lungo la strada sterrata pianeggiante (in realtà leggermente in salita) fino a Liautaysaza a 2077m.

Rifatevi lo sguardo con il bellissimo il panorama che si può godere durante il tragitto, sulla vallata centrale, e nelle giornate di cielo terso potrete avvistare anche il Cervino e il Monte Bianco in tutta la loro maestosità. Svoltate a sinistra e passate davanti ai casolari del Grimod, fino alla partenza dell’impianto del Grimod. Proseguite poi  sulla sinistra in mezzo al bosco, in un sentiero piuttosto pianeggiante e raggiungerete nuovamente il centro di Pila.

Pila estate

2 – IL SENTIERO DEI LAGHI

In alternativa oppure in aggiunta a questa piacevole e semplice itinerario, vi consigliamo il SENTIERO DEI LAGHI.

In un quarto d’ora lungo il facilissimo sentiero 19c e dall’arrivo della seggiovia si raggiunge il lago Chamolé (2325), nelle cui acque azzurre è facilissimo veder nuotare splendide trote. Il lago di Chamolé può essere la meta ideale per i meno allenati, ma anche per le famiglie con bambini piccoli; c’è infatti molto spazio per giocare, prendere il sole e fare pic-nic. In alternativa si potrà scoprire la gastronomia tipica valdostana presso i ristoranti in quota.

Pila estate
Il lago d’Arbolle (2497) è molto più grande di quello di Chamolé e per raggiungerlo bisogna metter in conto un’ora e venti di cammino lungo il sentiero 19 e 18. All’arrivo vi accoglierà un rifugio dotato di 66 posti letto, base ideale per numerose escursioni nel comprensorio del Monte Emilius. Ancora 40 minuti lungo il sentiero n° 14 e si arriva al piccolo Lago delle Capre (2695 m.). Qui potrete godere di un panorama stupendo che spazia dal Gran Paradiso alla Grivola.

3 – IL SENTIERO DELLE MARMOTTE

Adatto a tutta la famiglia, ma pensato esplicitamente per i bambini, il sentiero delle marmotte è un itinerario semplice e accattivante per i più piccoli che potranno avvistare le marmotte e individuare le tracce dei camosci e del gallo forcello. Prevalentemente in piano, della durata di due ore, è costellato da tabelloni didascalici che aiutano a “vedere” ciò che ad un occhio distratto sfuggirebbe, spiegando le eccellenze e le caratteristiche di una zona ancora selvaggia della Valle d’Aosta.

Pila estate

Il sentiero si snoda, tra i 2160 e i 2400 m, in mezzo a pascoli, boschi e radure. Si parte dalla stazione di arrivo della seggiovia di Chamolé, 10 minuti dal grazioso lago omonimo, prima tappa dell’escursione. Al Col Replan si trova una placca segnaletica, che aiuta ad individuare le cime dell’orizzonte, uno sguardo panoramico fra le vette più importanti delle Alpi Occidentali.

La gita prosegue in direzione degli alpeggi di Chamolé e Comboé.

Buona montagna a tutti e buon cammino!

INFO

www.pila.it

TAGS

itinerari montagna, sentieri Val D’Aosta, itinerari Val D’Aosta, Pila, Chamolè, Arbolle, rifugio Arbolle, trekking Val D’Aosta, sentiero tre laghi, Monte Emilius, Grivola, sentiero marmotte, week end Pila, week end montagna, week end  Val D’Aosta, escursioni Val D’Aosta.