Laghi italiani da scoprire: escursione in Valsavarenche

Escursione al Lago Djouan, in Val D’aosta, per cogliere la magia dei laghi italiani fra vette, alpeggi e panorami mozzafiato di una Regione da scoprire passo dopo passo


Testo e foto di Vittorio Puggioni

Quella che vi propongo oggi è una bella e lunga escursione in due tappe che ci porterà in Val D’Aosta a quota 2516 metri s.l.m. Partiamo da Creton, frazione posta sopra e a destra di Degioz, capoluogo della Valsavarenche. Lasciata l’auto nel posteggio all’ingresso del villaggio, ci dirigiamo verso la palina con i cartelli delle vie e prendiamo il sentiero.

Il percorso che sale nel bosco (questo è il tratto con la maggiore pendenza di tutta l’escursione) è molto comodo e si ha la sensazione di camminare letteralmente sul morbido, alla scoperta di uno fra i molti laghi italiani che meritano di essere visitati e apprezzati. Salendo si può ammirarne la bellezza, e se lo si percorre nelle prime ore del mattino non è difficile osservare gruppi di camosci che abitualmente lo risalgono. Ad un certo punto il sentiero esce dal bosco e sbocca in un’ampia spalla erbosa dove possiamo osservare i resti di antiche baite con una caratteristica edicola votiva.

Laghi italiani
Orvieilles_Valsavarenche_Valle_d’Aosta

Più in alto si può già vedere il grande alpeggio che affiancheremo per imboccare la via che ci porterà al lago. Dopo un breve tratto il sentiero entra nuovamente nel bosco e ora la via si fa leggermente più stretta e sale per l’ultimo strappo che ci condurrà alla conca dell’Orvieilles. Una volta giunti qui, la vista si apre su una conca bellissima, da cui si può ammirare il meraviglioso massiccio del Gran Paradiso.

Laghi italiani

Nella conca si trova la vecchia casa di caccia del Re, oggi della Forestale, dove possiamo riempire le borracce con l’acqua sorgiva che sgorga da una fontana: è un’acqua buonissima e freschissima (secondo me una delle migliori della Valle d’Aosta…), che mantiene la bassa temperatura a lungo, garantendo refrigerio per molto tempo su tutto il percorso. La prima parte della nostra escursione si ferma qui, a quota 2165 metri s.l.m. dopo circa 2 ore di cammino. Proseguiamo per il lago Djouan, piccola perla fra i laghi italiani di montagna. Il sentiero passa a fianco del grande alpeggio visto già dalle baite abbandonate, dove si può acquistare anche il tipico formaggio valdostano.

Il percorso sale leggermente, e lo farà per tutto il tragitto portandoci dolcemente in quota; è decisamente più stretto, ma sempre molto comodo da seguire. La via si snoda su un traverso molto panoramico affacciato su un vallone bellissimo contornato dalle alte cime del gruppo del Gran Paradiso. Superiamo un altro alpeggio e proseguiamo fino ad incontrare una casa sulla destra del percorso, posta poco prima di un dosso, a sinistra del sentiero, con una croce sopra; oltrepassiamo il punto e poco dopo eccoci giunti al lago di Djouan, a quota 2516 metri s.l.m. e dopo circa 1 ora e 20 minuti di cammino.

Laghi italiani
Gran Paradiso

Prolungando lo sguardo verso la cresta che chiude il vallone, possiamo vedere nitidamente la sella che costituisce il Col Entrelor, a quota 3002 metri s.l.m., e che consente di scollinare in Val di Rhemes.

Laghi italiani

E’ un’escursione abbastanza facile, bella e appagante per il panorama che offre e la possibilità di incontrare anche animali lungo il percorso; nell’affrontarla teniamo presente che tutto il percorso fino al lago richiede oltre 3 ore di cammino, e la parte sul traverso, anche se non presenta difficoltà, è a tratti esposta; come sempre, quando si va in montagna, prudenza ed equipaggiamento adeguato.
Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buon cammino!

INFORMAZIONI UTILI

Creton – Orvieilles  ore 2:00   difficoltà E
Orvieilles – Lago Djouan  ore 1:20   difficoltà E

COME SI ARRIVA

Autostrada della Valle d’Aosta. Uscita Aosta Saint-Pierre.
Immettersi nella strada principale svoltando a sinistra in direzione Courmayeur – Villeneuve.
All’altezza di Villeneuve imboccare lo svincolo a destra con cartello stradale blu e prendere direzione Introd – Valsavarenche – Val di Rhemes.
Superare Introd.  Al bivio imboccare la strada per Valsavarenche e proseguire fino al capoluogo di vallata Degioz. Seguire le indicazioni per il villaggio di Creton, situato poco sopra il capoluogo. Il parcheggio per le auto è all’inizio del villaggio, pochi metri prima dell’imbocco del sentiero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Al Rifugio Sella, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso