Tutti pazzi per Facebook

Viaggio attraverso le abitudini degli italiani, fra atteggiamenti e personaggi tipo che popolano il social  più famoso del mondo


Di Emanuela Torassa

Si inizia sempre così: chi non si è sentito dire, da un amico o conoscente, la fatidica frase “Ma perché non ti iscrivi su Facebook?” Ebbene si, quasi tutti ci siamo “cascati”. Il bello è che la prima volta si inizia con l ‘intento “ma tanto lo userò poco, cosa mi interessa di un social network”, per poi finire “risucchiati” da questo mondo virtuale fatto di mi piace, tag, condivisioni e quant’altro. E poi, diciamoci la verità, ci siamo iscritti con quella legittima curiosità di scoprire come sono cambiate nel tempo le persone che abbiamo perso di vista. Su facebook, ci sono tutti (o quasi): dall’ex compagno di scuola, ai personaggi famosi.

Facebook Si ritrovano conoscenze  del passato, ma si stringono anche nuove amicizie, a volte più solide di quelle reali. I più snob penseranno che Facebook sia solo una inutile perdita di tempo, e invece no, perché attraverso di esso ci si può fare un’idea delle abitudini e tendenze della gente. Il mondo è bello perché è vario, ed è proprio vero: anche nel virtuale, ci sono tantissime tipologie di utenti, ognuno dei quali ha un suo stile e un suo “perché” in questa “isola” di comunicazione. Sapete tutti come funziona Facebook, per cui, non fate tanto i super partes, perché nessuno è esente dal dare una sbirciata quotidiana per sapere cosa fa e dice Tizio o Caio. Quindi, vediamo insieme gli atteggiamenti e i personaggi tipo che popolano il social. Penso che più o meno tanti di noi abbiano a che fare con almeno due o tre di queste categorie  qui sotto elencate.

L’INFORMATORE

Appena si alza al mattino, inizia la sua estenuante “maratona” di aggiornamenti di stato, più o meno ogni mezz’ora. Tutto quello che fa durante la giornata, viene reso pubblico. Per carità,  è anche carino e gentile a renderci partecipi, ma sinceramente se pranza con l’insalata o con le lasagne al forno, mi pare notizia irrilevante.

IL METEREOLOGO

Pioggia, sole, neve, vento e grandine. Con lui sappiamo sempre le condizioni meteo ed in tempo reale. In fondo si preoccupa per noi, ha paura che possiamo uscire senza ombrello oppure non coperti abbastanza. Ma, forse, è anche inconsapevole del fatto che tutti noi, a meno che qualcuno  non abiti in un bunker antiatomico, ha una casa dotata di finestre. Ed ancora più sorprendente, ognuno di noi sa che l’inverno è freddo e l’ estate è calda.

Facebook

IL NARCISO

E’  sempre un piacere vedere delle belle foto, solamente che facebook non è un agenzia di modelli/e. Quindi non starei più di tanto a faticare per trovare il profilo migliore o la luce giusta. Tanto se sei avvenente, prima o poi ti noteranno anche nella vita reale. E soprattutto, sappiamo a memoria le tue espressioni del volto, nel minimo dettaglio. Quindi, ogni tanto, potresti postare anche le foto di qualche paesaggio.

IL TIFOSO

Ogni sacrosanta domenica, la sua bacheca si trasforma in una curva dello stadio. Che vi piaccia o meno, vi dovrete confrontare con improperi rivolti agli arbitri corrotti, telecronache in tempo reale sulla partita in corso, e pianti isterici se la sua squadra del cuore viene sconfitta. Non per qualcosa, ma è già tanto se a scuola ricordavamo le poesie a memoria, quindi, perché dovremmo imparare gli inni di ogni team di serie A, B, C eccetera?

Facebook

IL FILOSOFO

Apre facebook ed inorridisce per cotanta superficialità di alcuni link ironici, battute o argomenti leggeri. Lui non scrive stati, lui vuole battere il record della Divina Commedia, sfiancandoci con elucubrazioni mentali che ci fanno tornare la voglia di aprire un libro di filosofia sulla “Critica della ragion pura” di Kant, piuttosto che doverci leggere tutta la sua infinita riflessione sul perché dell’esistenza umana. Rilassati ogni tanto e, soprattutto, sorridi!

GLI ETERNI INNAMORATI

L’amore non è bello se non è litigarello. Non è vero. Esistono quelle coppie, felici e beate, a tal punto che la loro bacheca è di spunto alla Perugina per scrivere i bigliettini dentro i Baci. Frasi romantiche, cuoricini, mille foto insieme. Siete da invidiare, lo ammetto, ma mi sembra strano che, ai giorni d’oggi, non abbiate un cellulare per scambiarvi in privato le vostre effusioni verbali. O forse vi siete sequestrati a vicenda i telefonini, proprio perché tra voi “va tutto a gonfie vele”?

IL POLEMICO

Capace di criticare pure le leggi universali. La terra ruota intorno al sole: per lui no! Anzi, nella sua mente è tutto completamente sbagliato. Se lo avete tra le amicizie, toglietegli la possibilità di commentare, perché ad ogni vostro post scatterà in automatico una serie di lamentele degne di  un’ assemblea condominiale. Rassegnatevi, non è mai contento di niente, quindi inutile provare a renderlo più tollerante.

Facebook

IL CORTEGGIATORE SERIALE

Non fate in tempo ad accettare la sua amicizia, che vi ritrovate la posta di Facebook intasata da mille complimenti, frasi ad effetto ed inviti insistenti ad uscire. Appena mettete un link sulla vostra bacheca, in un nanosecondo vi arriva la notifica di un suo mi piace con relativo commento. Qualsiasi cosa scriviate, tipo che avete fatto la spesa, lui la adora, a prescindere. Grazie di questo interesse, ma metti ansia. Punto.

IL PERSEGUITATO

Poverino, lui è bravo e tutti lo trattano male. Ogni giorno, qualcuno si alza con l’intento di fargli un torto. Vede inganni ovunque e, su Facebook, si immola a vittime sacrificali a cui va tutto storto. Due cose: se tutti ti fanno dispetti, poniti qualche domanda oppure cambia attegiamento. Non sei al centro del mondo e non importa a nessuno di perseguitarti. Calmati.

IL POLITICO

Non bastano i vari TG e le trasmissioni televisive dedicate alla politica. Apri Facebook e ti ritrovi catapultato in un “Ballarò” virtuale, con tutti i sostenitori di questo o quel pensiero, che tentano (invano) di inculcarci le  loro ideologie, tirandosela da conoscitori ed intenditori della materia. Le persone che sono sui social, molte volte, cercano quei dieci minuti di svago, lontano dai problemi di ogni giorno. In poche parole, perché non vai nelle piazze a fare i comizi? Altrimenti, sarai credibile come i miracoli promessi dalle creme anti-cellulite.

Lungi dall’essere una critica o un’offesa, mi sono divertita a stilare, in modo ironico, una lista dei vari tipi di utenti su Facebook. Lo so, il polemico si sarà già alterato. Ma voi, vi ritrovate in qualcuna di queste descrizioni? Io sicuramente nel  “narciso” e nel “tifoso”. Quindi, non arrabbiatevi: come vedete, nessuno è perfetto.