Una ricetta speciale: Cachi Bon Ton

I cachi sono frutti molto antichi, originari della Cina centro-meridionale, dove sono apprezzati da oltre duemila anni. Le sue piante sono molto diffuse anche nei nostri cortili, danno una bellissima ombra durante l’estate e sono davvero meravigliose all’approssimarsi dell’inverno. Le foglie cadono e sull’albero rimangono  solo i frutti tondeggianti, di un colore arancio intenso, uniche macchie di colore che spiccano nel giardino ormai spoglio e grigio.

I nostri contadini hanno sempre raccolto i cachi dopo le prime nebbie e le prime notti di brina. Si dice che queste intemperie rendano i frutti più teneri. Li sistemavano ordinatamente in cassette di legno (magari su uno strato di paglia) ed attendevano con pazienza la piena maturazione. Per accelerarla, in alcune cassette aggiungevano qualche mela.

cachiCACHI E GALATEO

I cachi, più sono maturi più sono buoni (altrimenti “legano i denti”, come si dice dalle mie parti).

Il fatto è che quando sono ben maturi si spappolano anche solo a guardarli, quindi sbucciarli con coltello e forchetta è praticamente impossibile e poi se ne butta via la metà.

Tagliarli in due e scavarli con un cucchiaino non risolve completamente il  problema, ci si deve comunque aiutare con le dita ed è molto probabile che la sottilissima buccia si rompa ed il nostri deliziosi cachi si sciolgano letteralmente nel piatto. Non se ne parla di sbucciarli con le dita ed addentarli.

In un secondo ci si ritrova con la faccia imbrattata, le mani appiccicose e colanti fino al gomito senza contare le macchie (tra l’altro particolarmente difficili da togliere) su tovaglia e tovaglioli. Insomma, i cachi ed il galateo a tavola non vanno per niente d’accordo, ma non è certo il caso di rinunciare ad una simile bontà o di assaporarla in solitudine sul lavandino!

COME GUSTARLI ….

Allora mettiamoci in cucina e sbucciamo i nostri cachi ben maturi con le mani. Mettiamoli in una ciotola e tagliamoli grossolanamente. Esalteremo il loro sapore aggiungendo una spruzzata di brandy o di limoncello che impedirà alla polpa di scurirsi e li serviremo come un dolce al cucchiaio. Se ci sono dei bambini a tavola, eviteremo gli alcoolici e spruzzeremo i cachi con un po’ di succo di limone. I cachi ben maturi sono molto dolci quindi non sarà necessario aggiungere zucchero che altererebbe il sapore del frutto.

cachi
Il Bon Ton a tavola sarà salvo e, a meno di imprevisti, anche la nostra tovaglia. Un’ultima cosa. Preparatene almeno un paio a testa perché quando i cachi sono così comodi da mangiare… vanno via come il pane!!!

TAGS
ricette vegetariane, cachi, bon ton, galateo, frutta invernale, ricette cachi, cucina italiana.