Tavola di Pasqua: uova ripiene

di un’Amica in Cucina, Giuseppina Bianchi

Oggi, con i moderni sistemi di allevamento, siamo abituati ad avere abbondanza di uova tutto l’anno ma, quando le uova le forniva il pollaio di casa, non era esattamente così. Le galline, come ogni altro essere vivente su questo pianeta, seguono i cicli della natura e quindi depongono più uova in primavera quando il clima diventa ogni giorno più mite e facilita la sopravvivenza dei pulcini dopo la schiusa. Già, perché per la natura le uova non sono l’ingrediente di frittate, torte, sformati, ecc. ma il luogo che protegge e nutre lo sviluppo di un nuovo essere vivente. Per questo, nella stragrande maggioranza delle culture, l’uovo è il simbolo stesso della vita, del risveglio della natura, della primavera.

buonviaggioitalia_uovaripiene
Non a caso anche nella nostra tradizione cristiana (per evidente eredità pagana) l’uovo non può mai mancare sulla tavola di Pasqua (guarda caso la festa della risurrezione). Non mi riferisco solo all’uovo di cioccolato, che è una consuetudine piuttosto recente, ma a tutte quelle ricette pasquali a base di uova: dalla torta pasqualina ligure al casatiello napoletano, dalla cuddura siciliana, alla pinza triestina.

Se vogliamo rispettare la tradizione, senza passare troppo tempo ai fornelli, possiamo preparare delle semplici ed allegre uova ripiene. Sono ottime come antipasto per il nostro pranzo pasquale e perfette per la tradizionale merenda sul prato di Pasquetta.

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 4 uova
  • Prezzemolo
  • Sottaceti
  • Olive
  • Capperi
  • Salsa di pomodoro
  • Senape
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Aceto di vino bianco
  • Sale
  • Pepe

  PROCEDIMENTO

buonviaggioitalia_uovaripiene Lavare le uova. Metterle in una pentola coprendole con acqua fredda. Farle cuocere per 8 minuti dal momento in cui l’acqua incomincia a bollire. Togliere dal fuoco e far raffreddare in acqua fredda. Sgusciare con delicatezza e tagliare le uova a metà in senso longitudinale oppure tagliare le uova con il guscio e poi toglierlo con l’aiuto del manico di una forchetta o di un cucchiaio.

Se avete un po’ più di tempo potrete risparmiare energia cuocendo le uova solo per 4 minuti e lasciandole poi raffreddare nell’acqua di cottura coprendo la pentola.

Togliere i tuorli dalle uova e metterli in una ciotola aggiungendo sale, pepe, olio e aceto. Mescolare fino ad ottenere una crema con la quale si andranno a riempire gli albumi.

SUGGERIMENTI

Ma tutti gli altri ingredienti indicati? Servono a rendere questo semplice piatto vario, gustoso ed allegro. Invece di riempire tutte le uova con la stessa crema base, prenderne una parte ed aggiungervi  un po’ di senape, in un’altra un po’ di prezzemolo tritato, in un’altra ancora un cucchiaino di salsa di pomodoro. Guarnire le uova con pezzettini di sottaceti, capperi, olive. Infine disporre il tutto su un letto di insalata: delicata pasqualina, carnoso grumolo verde, saporito soncino oppure teneri spinaci crudi. Un tocco in più può essere realizzato lasciando un uovo intero e decorandolo a mo’ di pulcino usando un pezzettino di carota come becco, due grani di pepe nero per gli occhi ed una fettina di peperone per la cresta.

Buon Appetito e Buona Pasqua!

TAGS
ricette Pasqua, torta pasqualina, ricette vegetariane, ricette facili, uova ripiene, ingredienti, salsa pomodoro, maionese, tradizioni pasqua cucina, tavolo pasqua.