Polenta e “tiritlun”

Quando incominciano le brutte giornate che annunciano l’inverno, viene spontaneo pensare ad una bella polenta calda e fumante


Di Un’Amica in Cucina, Giuseppina Bianchi

La polenta è un piatto davvero povero, che ha sfamato per secoli i contadini delle Alpi e della Pianura Padana e che è stato un sostituto del pane in tempi in cui anche la farina di grano era un lusso. Oggi invece sembra un lusso preparare una buona polenta, così si ricorre sempre più spesso alla polenta istantanea che con la polenta tradizionale ha ben poco a che vedere. Certo la polenta tradizionale richiede almeno 45 minuti di cottura, ma sfatiamo la leggenda che bisogna continuare a rimestarla perché altrimenti si formano i grumi. Basta qualche piccolo accorgimento per avere un’ottima polenta senza fare troppa fatica.

buonviaggioitalia_polenta
INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 500 gr. di farina gialla bramata o fioretto
  • 2 litri d’acqua
  • Sale
  • Olio extra vergine d’oliva o burro

PROCEDIMENTO

buonviaggioitalia_polentaMettere acqua, sale, una noce di burro o un filo d’olio in una pentola antiaderente. Si può ovviamente utilizzare un paiolo di rame ma bisognerà tenere conto che durante la cottura si formerà una crosta di polenta sul fondo e sulle pareti e che conseguentemente bisognerà lasciare il paiolo in ammollo per qualche ora prima di riuscire a pulirlo per bene. Non appena l’acqua sarà tiepida e prima che incominci a bollire, versare lentamente la farina rimestandola con un cucchiaio di legno. Se si versa la farina nell’acqua bollente è molto più probabile che si formino i grumi mentre nell’acqua tiepida la farina di scioglierà facilmente. Rimestare per qualche minuto finché il composto si addenserà, abbassare il fuoco, coprire e lasciar cuocere per almeno 45 minuti rimestando di tanto in tanto.

SUGGERIMENTI

Questa è la polenta ma che cos’è il tiritlun? Era semplicemente il modo di consumare la polenta avanzata. Bastava tagliarla a dadini e metterla in padella con un poco di burro e con l’avanzo del contorno preparato il giorno prima (verdure in umido, funghi trifolati, ecc.), rimestare il tutto e riscaldarlo a fuoco lento.

TAGS
polenta, ricette polenta, ricette vegetariane, ricette facili, polenta avanzata, ricette veloci, ricette italiane, ricette tradizionali, ingredienti, tritlun, farina polenta, come fare una buona polenta