Ducati Globetrotter90, 7 riders per il mondo

Sette riders selezionati per l’evento Ducati Globetrotter90 celebrano i 90 anni di Ducati percorrendo le strade dove sono state scritte le pagine più significative della sua storia


Di Debora Bergaglio  

Sette tappe e trenta mila chilometri intorno al mondo per celebrare 90 anni di storia Ducati. Questo è Ducati Globetrotter90, un’avventura indimenticabile, per chi lo seguirà in diretta, per i tanti fan, per l’azienda, ma soprattutto per i magnifici sette globetrotter selezionati, pensate un po’, fra 3000 candidature. Tra questi anche una donna, la ventisettenne belga Jessica Leyne.

Ducati Globetrotter90

TRE CONTINENTI PER RIVIVERE 90 ANNI DI EMOZIONI

Sette intrepidi centauri protagonisti di questo viaggio a staffetta intorno al mondo, in sella alla nuova Multistrada 1200 Enduro, con il compito di raccontare emozioni, atmosfere, luoghi, persone e sensazioni. Ducati Globetrotter90 è un tour che attraversa tre Continenti alla scoperta di storie e personaggi che hanno fatto grande l’azienda italiana, per visitare luoghi importanti della sua storia, fra cui musei e circuiti che sono stati teatro di vittorie memorabili. Come la cittadina svedese Hedemora, 170 chilometri a Nord di Stoccolma, dove avvenne la prima vittoria di un motore desmo il 15 luglio 1956, oppure la mitica Transiberiana, teatro delle imprese di Edi Orioli e Paolo Pirozzi, o ancora l’Isola di Kiushu in Giappone, dove si trova l’unico prototipo ancora esistente al mondo della Ducati Apollo, custodita presso il Museo di Hiroaki Iwashita. E non finiscono qui le tappe a sorpresa di questo insolito tour a due ruote. Sempre in Giappone c’è il circuito Sugo Sportsland, dove Carl Fogarty conquistò, nel 1998, il suo terzo titolo mondiale superbike e il settimo per Ducati. Nel circuito di Twing Ring Motegi, nel 2007, Casey Stoner conquistò – con il sesto posto – il titolo mondiale MotoGP, il primo per Ducati, e la corsa fu vinta dall’altra Desmosedici guidata da Loris Capirossi. Questo e molto altro ancora sarà raccontato in diretta dai Globetrotter durante il loro viaggio, che si può seguire su www.globetrotter90.ducati.com, grazie alla speciale fiaccola-telecamera, appositamente disegnata dal Centro Stile Ducati.

NATI IL 4 LUGLIO

La data di partenza di Globetrotter90 non poteva che essere il 4 luglio, giorno del compleanno dell’azienda bolognese, in ricordo di quel 4 luglio 1926 in cui Antonio Cavalieri Ducati aiutò i tre figli Adriano, Bruno e Marcello a costitutire la Società Scientifica Radio Brevetti Ducati. Il 7 settembre 2016 a Mosca è avvenuto il primo cambio di testimone, dopo la prima tappa del viaggio. L’indiano Vir Nakai ha infatti scambiato la fiaccola con il francese Laurent Cochet,  attualmente in viaggio lungo la leggendaria Transiberiana. Vir ha attraversato l’Italia passando dal Lago di Garda, le Dolomiti e il Passo dello Stelvio con i suoi 48 tornanti. Si è poi diretto ad Hedemora in Svezia, luogo importante per la storia Ducati, perchè qui, nel 1956, il sistema desmodromico Ducati fece il suo debutto assoluto con le 125 Desmo Gran Prix. Dopo aver visitato il Motorcicle Museum è giunto in Norvegia percorrendo l’Atlantic Ocean Road, detta anche Road to Nowhere, e ha poi proseguito verso Mosca. Ora la Enduro Multistrada 1200 parte verso la Transiberiana, fra i tratti più lunghi e avventurosi al mondo, in cui la celebre ferrovia è costeggiata da un percorso stradale. Sette fusi orari differenti attraversando gli Urali e la steppa orientale russa.

CHI SONO I GLOBETROTTER DUCATI:

1. VIR NAKAI – India 37 anni
2. LAURENT COCHET – Francia 48 anni
3. JESSICA LEYNE – Belgio 27 anni
4. EDUARDO GENERALI – Brasile 28 anni
5. STEVE FRASER – Australia 50 anni
6. HUGO WILSON – UK 54 anni
7. TIMO SCHAFER – Germania 30 anni

LE TAPPE DI DUCATI GLOBETROTTER90

1. Bologna-Mosca, 3850 KM, 13 giorni, globetrotter Vir Nakai
2. Mosca – Vladivostock, 9100 km ,23 giorni, globetrotter Laurent Cochet
3. Kiushu – Motegi,  globetrotter Jessica Leyne
4 San Francisco – Indianapolis, 3900 KM, 13 giorni, Globetrotter Eduardo Generali
5 Indianapolis – Summit, 4200 km, 14 giorni, Steve Fraser
6 Summit- Isola di Man, 3950 Km, 13 giorni, Globetrotter Ugo Wilson
7 Isola di Man – Bologna, 2100 KM, 8 giorni, Timo Schafer

Multistrada 1200 Enduro Ducati
Multistrada 1200 Enduro

LA COMPAGNA DI VIAGGIO: MULTISTRADA 1200 ENDURO

Scelta per l’avventura Ducati Globetrotter90 grazie alle sue caratteristiche di confort, sicurezza e piacere di guida, la Multistrada 1200 Enduro ha un serbatoio da 30 litri e ammortizzatore di sterzo per avere stabilità anche sui fondi più sconnessi. I Quattro Riding Mode disponibili, insieme con il sistema Ducati Skyhook Suspension Evo e il Wheelie Control, consentono al motociclista di scegliere la configurazione più adatta al proprio stile di guida e alle condizioni di utilizzo. E’ importante sottolineare che la Multistrada Enduro 1200 non è un veicolo appositamente realizzato per questa avventura, ma una normale moto di serie.

Gli accessori scelti per questa avventura sono:
valigie laterali in alluminio by Touratech con capacità totale di 85 litri
marsupio da manubrio
manopole riscaldate plug&play
set di faretti supplementari a led
protezioni laterali in tubi d’acciao
griglia protettiva per radiatore acqua in alluminio
rete di protezione per radiatore olio in alluminio
protezione disco freno posteriore in fibra ottica
protezione catena inferiore
borsa posteriore da 30 litri per sella passeggero o portapacchi
borsa pocket serbatoio da 5 litri
borsa interna
kit riparazione gomme
bloccadisco in acciaio cementato con chiusura a pressione

Per seguire l’avventura Ducati Globetrotter90:

Twitter e instagram #globetrotter90

pagina facebook ufficiale Ducati

sito web www.globetrotter90.ducati.com