Alice…e i nati per soffriggere

Qualche nostalgico degli anni ’60 se la ricorderà certamente Alice’s Restaurant, la più famosa canzone di Arlo Guthrie, il figlio di Woody Guthrie, anno 1967, canzone poi adattata nel 1969 per un film, anch’esso intitolato Alice’s Restaurant diretto da Arthur Penn, con Guthrie nella parte di se stesso e Patricia Quinn nella parte di Alice, mentre alla vera Alice era riservato un cameo.


Di Silvana Benedetti

buonviaggioitalia_aliceristorante

La canzone è una pungente satira contro la leva obbligatoria durante la guerra del Vietnam e racconta un’avventura vera accaduta un Giorno del Ringraziamento appunto al ristorante di Alice, personaggio carismatico, dove “puoi avere tutto quello che ti pare (tranne Alice)”.

buonviaggioitalia_aliceristorante
Ma che ve lo ricordiate o meno, non ha importanza, perché era solo un’introduzione a un altro Alice Ristorante: giovane, moderno, stellato Michelin nel 2011, e da poco trasferitosi da Via Adige all’interno di Eataly, sempre a Milano. Arredamento di design e richiami alle atmosfere calde del sud del mondo, abbinati a una proposta gastronomica d’eccellenza. Una nuova location per Viviana Varese (la chef) e Sandra Ciciriello (il “boss”) quindi, ma senza tradire l’anima del locale precedente, introducendo invece alcune importanti novità.

buonviaggioitalia_aliceristorante
VIVIANA VARESE

La cucina è lei, lei è la cucina. Sono un tutt’uno, respirano e vivono all’unisono. I piatti di Viviana Varese guidano alla scoperta dei sapori del mare e della terra, combinando ingredienti di prima qualità per il piacere della vista e del palato. E la perfetta armonia dei sapori, nel rispetto della stagionalità, si fonde con le moderne tecnologie.

buonviaggioitalia_aliceristoranteA 23 anni apre la sua prima insegna, Il Girasole. Nel sole del fiore di Van Gogh arriva il destino: l’incontro con la donna del mare, Sandra Ciciriello. Un sodalizio vincente, che le porterà a dare alla luce Alice. Sandra Ciciriello. Nomen omen: la sandra o lucioperca è un tipo di pesce e anche il cicerello, simile al lanceolato, dalle squame argentee. Non a caso quindi a 19 anni inizia a lavorare al mercato del pesce di Milano.

Da quel momento la crescita professionale di Sandra non conosce soste. È l’alter ego di Viviana, abile nel trasferire con competenza e conoscenza le qualità dell’alta materia prima e l’arte della ricetta in sala. E infine una brigata di ben diciannove persone, una squadra mista, femminile e maschile, yin e yang, a condividere gli ampi spazi della cucina.

IL LIBRO

E poi un libro, anzi due, anzi due  libri in uno:  Alice…e i nati per soffriggere. Da una parte le ricette che la chef propone ad Alice Ristorante, per appassionati ed esperti, e poi le ricette dello staff, con piatti di facile realizzazione per chi ha voglia di cominciare o farsi ispirare…I piatti della chef si rinnovano seguendo la sua creatività, ogni piatto racconta un viaggio e un’evoluzione: dalla napoletana pizza fritta ai nuovi Rosemary’s ceci, con un brodo intenso di calamari, rosmarino e ceci, fino a Bella con l’anima, un richiamo verso la terra con le animelle croccanti e la barbabietola.

Questo libro è stato creato con le ricette di ciascuno, perché ognuno ha il proprio, importante posto nel nuovo Paese delle meraviglie. Gli ingredienti sono gioco, innovazione, freschezza delle intuizioni, sotto la regia di una chef che nei suoi gesti mette amore, passione e consapevolezza.

INFO

Alice Ristorante
www.aliceristorante.it

Alice…e i nati per soffriggere
Edizioni Gribaudo – www.feltrinellieditore.it/gribaudo
Fotografie di Francesca Brambilla e Serena Serrani