20 anni di eBay, in viaggio fra le passioni degli italiani

eBay festeggia i successi dei suoi utenti con l’Ebook “20 di passioni”. Venti anni che hanno cambiato il commercio e fatto crescere anche la community italiana


Di Debora Bergaglio

Come festeggereste venti anni di successi e di costante crescita? Devono essersi posti questa domanda ad eBay, uno dei marketplace più dinamici al mondo, nato nel 1995 dall’hobby di un programmatore di software. E la risposta è stata semplice, celebrando coloro che hanno contribuito in modo essenziale a questo grande successo planetario, ovvero gli utenti. Nasce così il progetto editoriale “20 di passioni”, ovvero venti storie selezionate fra i venditori e gli acquirenti della community italiana, raccolte in un Ebook scaricabile da eBay.

eBay

UNO STORY TELLING “MAGNETICO”

Un perfetto esempio di Story telling aziendale, reso spontaneo e accattivante dalla mano esperta di Pulsatilla, scrittrice e sceneggiatrice, e completato dalle divertenti illustrazioni di Carlo Stanga. In questo modo il lettore, sia esso utente o meno di eBay, viene “magneticamente” catapultato nella rete, attraverso le vicende a volte bizzarre, a volte commoventi, altre soprendenti, che si sono incrociate sul portale principe della vendita e acquisto on-line. Ma cosa c’è dietro l’aumento di oltre 4,5 milioni di acquirenti attivi e 26mila venditori professionali in Italia? Forse passione, bisogno, disperazione, creatività, voglia di cambiamento?
L’Ebook “20 di passioni” non solo offre uno spaccato di chi si rivolge al web e a questa communty, ma rappresenta anche un divertente, e a volte dissacrante, viaggio attraverso le abitudini e le manie degli italiani, dalla famiglia agli hobby e alla professione, dalla solidarietà fino all’amore, sempre alla ricerca della “cosa” o dell’”oggetto” giusto.

OGGETTI E MANIE DEGLI ITALIANI

eBay
Una delle illustrazioni di Carlo Stanga

Ma poi, cosa sono veramente o cosa rappresentano gli oggetti?
“ …quando hai risciacquato via gli umori, le aspettative, le lacrime, solo allora gli oggetti possono essere fino in fondo se stessi, cioè oggetti. Autonomi, liberi di raccontarci qualcosa (…). Mi piace eBay perchè permette agli oggetti di fare quello che devono fare, cioè circolare liberamente…” (tratto dal racconto “strade incrociate”). Pagina dopo pagina si ride, come nel racconto di “Padre Robiola”, (il papà imbranato che lascia il lavoro per vendere prodotti e dispensare consigli sulla cura dei bambini), ci si commuove, come nel caso di “Formiche africane” ( la storia di Adoaga, madre africana di otto figli che non sa come sfamare i propri bambini e spera nel ricavato delle aste di eBay), e si riflette, come nel caso di “L’amore libera” (il racconto di un asta di Amnesty International che si incrocia con l’amore ossessivo di un uomo per una donna). E poi c’è la storia di Cravattamania, piccola azienda familiare attiva sin dagli anni ‘40 e sbarcata su eBay nel 2007: “Con Cravattamania proseguo anche online l’attività che da generazioni caratterizza la nostra famiglia, ovvero la vendita e produzione di cravatte e accessori Made in Italy per uomo, donna e bambini. Circa 10 anni fa ho sentito l’esigenza di espandere la nostra azienda familiare sul web e oggi la nostra attività su eBay pesa per oltre un terzo di tutto il fatturato. Questo passaggio ci sta dando l’opportunità di far conoscere la nostra realtà di piccola azienda in tutto il mondo”, racconta Alessio Zanussi.

CI PROVO ANCH’IO!

In uno stile fresco, conciso e umoristico, le venti storie prendono forma e vita grazie all’abilità di Pulsatilla, invitando anche il più reticente e anti-tecnologico dei lettori a provare almeno una volta la sensazione di vendere o acquistare su eBay. Proprio come è successo alla stessa autrice. “Mi piacciono le persone. E mi piace scrivere di loro. Perciò inventare venti racconti partendo dalle vicende degli utenti eBay mi è sembrata una proposta irresistibile e l’ho accettata molto volentieri” racconta Pulsatilla che rivela, “prima di iniziare questo progetto non avevo mai comprato niente online. Adesso anche io ho un account eBay e devo dire che questa mia nuova dimensione digitale non mi dispiace affatto. Cercare nuovi oggetti o cimeli introvabili da tutto il mondo e vendere le cose che non mi servono più offrendo loro una seconda vita anziché buttarle mi diverte. Un oggetto per me inutile può essere fondamentale per un’altra persona e questo è davvero entusiasmante per chi, come me, vive e trae ispirazione dalle persone”.