Orticolario, una visita speciale a Villa Erba di Cernobbio

Al giardino, al verde e a tutte le esperienze, ispirazioni ed emozioni ad essi collegate è dedicata la quinta edizione di Orticolario, dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba, a Cernobbio, sul Lago di Como.

E il gusto ne sarà il senso conduttore che guiderà e istigherà i visitatori a commettere, senza rimorso alcuno, una lunga serie di “Peccati di gola in giardino”. Perché Orticolario non è solo una manifestazione dedicata a fiori, piante e oggetti legati al verde, ma anche un’esperienza sensoriale assoluta, aperta a suggestioni di moda, gusto, arte, design.

orticolaria
Laudomia Pucci, madrina 2013

Non a caso, madrina e ospite d’eccezione di quest’anno sarà Laudomia Pucci, vice presidente e direttore immagine della Emilio Pucci: “Mio padre Emilio adorava la natura ed i colori dei fiori tanto da dedicare loro uno specialissimo print dal nome Dahlia nel 1972”. Il connubio tra la moda e il mondo dei fiori è del resto ormai una tradizione a Orticolario: ospiti della passate edizioni infatti sono state Vivienne Westwood, Rosita Missoni, Li Edelkoort, Wanda Ferragamo.

orticolaria
Ecco le sorprese e le novità che accoglieranno quest’anno i visitatori di Orticolario, per suscitare delizia, incanto, stupore. Ma soprattutto per emozionare ed educare alla meraviglia della natura:

Una giungla nel Padiglione Centrale

Il Padiglione Centrale di Villa Erba si trasformerà in “Verde selva” una giungla con piante tropicali, sub-tropicali ed equatoriali. Addentrandosi in “Verde selva” i visitatori potranno incontrare le opere – molte delle quali inedite – di Michele Vitaloni. Sarà come vivere un immaginifico safari tra natura e arte. Tra le sculture monumentali verrà esposto in anteprima “L’albero della vita”, un grande albero bianco di oltre 3 metri, che si ispira a un papiro dell’antico Egitto, sui cui rami saranno appollaiate diverse specie di uccelli come tucani, pappagalli, colibrì.  

La via del Sidro e la via della Seta

Ciascuna delle tre ali (Ala Lario, Ala Cernobbio e Ala Regina) sarà arricchita da installazioni progettate e realizzate per Orticolario. L’Ala Lario ospiterà il Pergolato di Dioniso, dedicato al dio greco che rappresenta e riassume in sé il ciclo della vita vegetale. L’Ala Cernobbio si trasformerà invece nella Via del Sidro: una passeggiata tra filari di meli e di peri a spalliera provenienti dalla collezione di Ugo Orlandelli. L’Ala Regina, infine, come lo scorso anno, ospiterà  la Via della Seta in una versione evoluta e rinnovata.

Tavole rotonde saporose

Ricco è il programma offerto dalle Tavole rotonde saporose, laboratori condotti da esperti, per guidare il pubblico alla scoperta dei sapori e delle caratteristiche di prodotti derivanti dalla natura.

Giardini creativi nel Parco

Il terrazzo, il giardino, il proprio spazio verde sono un’estensione della propria abitazione che richiede attenzioni e cure particolari, e non improvvisazione. Orticolario vuole trasmettere questo messaggio forte ai suoi visitatori, sensibilizzandoli e suggerendo loro un modo diverso, artistico e professionale allo stesso tempo, di guardare ai giardini. Per questo ha bandito un concorso internazionale –rivolto ad architetti e progettisti di giardini, designer, artisti e vivaisti – per la realizzazione di spazi e giardini creativi nel Parco di Villa Erba durante le giornate di Orticolario. Spazi originali ed immaginifici, di grande suggestione.

Il Verduraio Matto

All’esterno, all’ombra di grandi platani del Parco, un lungo tavolo accoglierà i visitatori con frutta, verdura, germogli e fiori eduli: è il tavolo del Verduraio Matto, gestito dal Ristorante Tarantola, che offrirà anche la possibilità di fare dei pic-nic nel Parco!

 

Il fiore protagonista

Sarà la Dahlia, pianta ornamentale di cui sono noti innumerevoli ibridi e varietà. Commestibile nei tuberi e nei fiori, è l’essenza protagonista di questa edizione. Le aiuole del parco di Villa Erba si trasformeranno in un campo catalogo d’eccezione, con innumerevoli varietà di questo fiore.

Festival Cortometraggi

Proprio alla Dahlia è stata dedicata la seconda edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio Botanico, dal titolo “Il senso di Dahlia”: un’interpretazione del fiore anche come persona e personaggio,  per dare agli autori la libertà di giocare con i suoi molteplici significati.

Acqua e fuoco in darsena

C’è un luogo magico a Villa Erba, un suggestivo “teatro” sull’acqua che invita a concedersi e ad assaporare il gusto di una pausa: la Darsena.  Un luogo in cui il giovane Luchino Visconti, nelle calde estati lariane, amava cospargersi di talco e farina insieme ai fratelli e imitare le statue neo-classiche che ne ornavano la balaustra, per poi gettarsi nel lago al passaggio di esterrefatti turisti in battello.  Questo angolo dall’atmosfera unica sarà la fonte di ispirazione di “Acqua e Fuoco in Darsena”, un progetto firmato da Francesco Mazzola che arrederà questo affascinante luogo, in un gioco di fuoco, acqua e metallo.

orticolarioPiù di 50 sono i nuovi espositori che saranno presenti a Orticolario, in arrivo da tutta Italia, e tra questi  anche la Società Agricola San Patrignano che si sposa perfettamente con le finalità sociali dell’evento, e che porterà piante da fiore e la sua produzione di vini, olio, miele e prodotti da forno. Al gusto, e ai “peccati di gola in giardino”, è dedicata questa quinta edizione di Orticolario, non potevano dunque mancare nuovi espositori con proposte golose a base di prodotti derivanti dalla natura.

Tra le novità ci sarà la collaborazione avviata con la Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri. Da più di 35 anni la Fondazione Casa di Carità opera all’interno del sistema penale piemontese e propone attività di formazione con l’obiettivo di contribuire a rendere il tempo della condanna un tempo di costruzione e di ripensamento. Tra gli oggetti curiosi: meridiane artigianali, tutti pezzi unici, saranno proposti da Giuseppe Giudici, mentre da Milano Francesca Cutini presenta Barrel12, oggetti di arredo, vasi e fioriere ottenuti dal recupero di barili industriali riciclati.

Orticolario nasce dall’idea di un gruppo di amici che, oltre ad essere appassionati di piante e giardini, hanno voluto dedicare una speciale attenzione alla solidarietà. I contributi raccolti nel corso delle manifestazioni sono infatti destinati a finalità benefiche a favore di associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate.

TAGS
Laudomia Pucci, Cernobbio, Lago di Como,  Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri,  Società Agricola San Patrignano,  il senso di Dahlia, cortometraggio, la via della seta, la via del Sidro.
Orticolario.