Italia, un Paese da fotografare

Le iniziative di Canon per fotografare il patrimonio e il paesaggio del Bel Paese e sostenere l’iniziativa MABASTA contro il bullismo


Di Debora Bergaglio –  fotografare l’Italia

“Vivere e lavorare per il bene comune”. Uno slogan? Una mission aziendale? Molto di più. Si tratta della filosofia kyosei che ispira l’operato di Canon, leader mondiale della fotografia e delle tecnologie ad essa connesse. Un mondo, quello delle immagini, che sta subendo la pesante rivoluzione del digitale, che ne innova stili, tecniche e risultati, senza mai perdere l’incanto e l’aspirazione allo scatto perfetto, quello in cui si vuole superare se stessi e la realtà. Ma anche una necessità per molti giornalisti e reporter, specie in tema di turismo, che sono sempre alla ricerca di strumenti pratici, maneggevoli e affidabili da portare sempre con sé per unire il lavoro alla passione del fotografare.

fotografare
notte della taranta

Un’aspirazione al miglioramento continuo, dunque, che accomuna molti appassionati di fotografia e che si riflette sulle iniziative di Canon, che in Italia, nel corso del 2016 e 2017 ha dato il via ad innumerevoli e pregevoli iniziative su come fotografare al meglio. Fra queste ricordiamo l’attività di valorizzazione e promozione del grande patrimonio culturale italiano in partenariato con il Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e il sostegno ai ragazzi dell’Istituto tecnico COSTA di Lecce, che hanno fondato il movimento anti bullismo e anti cyber bullismo MABASTA.

Una foto bella, scattata a regola d’arte, può essere un grande strumento per diffondere e comunicare la bellezza del patrimonio di un Paese ricco d’arte come l’Italia, così come un mezzo di denuncia e testimonianza di fatti che non vorremmo mai più vedere, come i fatti di cronaca, le immagini di guerra e i fatti relativi al bullismo. Un mondo, insomma, composta da migliaia di sfumature, che l’azienda Canon ha cercato e sta cercando di raccontare più in profondità.

UN PATRIMONIO DA METTERE IN MOSTRA

L’iniziativa, presentata a Bari durante la quarta tappa dell’evento nazionale #canoneos5tour, è di seguito illustrata dal manager imaging Massimiliano Ceravolo. “Da esperti del mondo dell’immagine a 360 gradi abbiamo rafforzato la collaborazione con il Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica per valorizzare e promuovere il grande patrimonio culturale e artistico italiano. Attraverso il progetto IOX, partito lo scorso anno, abbiamo selezionato alcune eccellenze d’arte italiane, che tutto il mondo ci invidia, tra musei e  beni monumentali e ne abbiamo esaltato la bellezza attraverso foto, video, immagini, gigantografie, proiezioni a 360 gradi in full immersion in grado di far vivere esperienze ed emozioni uniche nei templi della bellezza italiana”.

Tra i patrimoni d’arte riconosciuti a livello nazionale figura anche la Notte della Taranta, il grande festival di musica popolare che richiama ogni anno artisti di fama internazionale nel Salento e 200mila spettatori in una notte – l’ultimo sabato di agosto di ogni anno a Melpignano – e che ha visto lo scorso anno Canon partner con sistema di sicurezza  a telecamere ad altissima risoluzione e migliaia e migliaia di scatti fotografici tra gli spettatori.

fotografare
I ragazzi di MABASTA

IN SOSTEGNO DELL’ANTIBULLISMO DI MABASTA

Nel suo impegno per il sociale, CANON ha deciso di sposare la causa dei ragazzi dell’Istituto tecnico Costa di Lecce, che hanno fondato il movimento anti bullismo e anti cyber bullismo “MABASTA”. Per questo sono stati ospitati, durante l’evento Canoneosu5tour a BARI, Nichi, Cristiano e Filippo, in rappresentanza di tutti i giovani membri del Movimento MABASTA. I ragazzi, divenuti famosi grazie ai numerosi servizi giornalistici che sono stati loro dedicati da Tg5 alle Iene, dal Tg1 e Tg2 al Corriere della Sera e finiti anche sotto le luci dei riflettori di Sanremo 2017, hanno realizzato un video e raccontato da dove nasce il loro impegno contro il bullismo e il cyberbullismo. E presto utilizzeranno attrezzature Canon per realizzare un video che sarà proiettato in tutta Italia.

canon-M6
canon-M6

A BARI L’ANTEPRIMA NAZIONALE DELLA CANON EOS M6

La tappa di canoneos5tour a BARI ha segnato anche l’anteprima nazionale assoluta della nuova EOS M6: ultraleggera tascabile, connessa, in grado di fare anche riprese video con messa a fuoco automatica e condividere foto e riprese sui social o inviarli subito alle redazioni dei giornali e alle tv. Uno strumento davvero utile e pratico per giornalisti e fotoreporter, che hanno bisogno di portare sempre con sé una macchina fotografica tascabile per catturare subito le immagini ad alta qualità di un fatto di cronaca, ma l’ideale anche per chi sta programmando una vacanza. Chi viaggia in aereo, infatti, ha la necessità di non appesantire troppo la valigia e al tempo stesso vuole catturare le emozioni di una vacanza e gli angoli più suggestivi dei luoghi con immagini e video ad alta risoluzione e condividerle subito con gli amici.

“La M6”, spiega Malcom Rossi, product manager di CANON ITALIA, “è più tascabile rispetto alla M5 perché non ha il mirino, che è opzionale. Ha un sistema di messa a fuoco automatico pensato per amatori ma con garanzia di prestazioni professionali. Sempre connessa grazie al sistema touch screen permette di trasmettere subito su telefonino o computer le immagini, attese ad esempio dalle redazioni di giornali e tv oppure semplicemente condividerle con gli amici”.