Taste of Christmas a Verona

Di Silvana Benedetti

Taste Festival inaugura il suo terzo appuntamento a Verona: evento unico nel suo genere in Italia, Taste of Christmas, dal 28 al 30 Novembre 2014, propone un’esperienza culinaria e nel contempo culturale, in cui l’atmosfera tutta incantata del Natale veronese, dei suoi sapori, dei suoi colori e decorazioni si sposerà con la musica lirica.

LA MUSICA LIRICA IN CUCINA

buonviaggioitalia_tasteofchristimasveronaTutte le iniziative e le attrazioni avranno un prestigioso palcoscenico: AMO, il museo dell’Opera nella splendida cornice di Palazzo Forti, nel pieno centro storico di Verona.

Il pubblico sarà il protagonista di una visita guidata tra eccellenze enogastronomiche, lirica, ispirazioni e suggerimenti per preparare menu e decorazioni per la tavola di Natale. Le opportunità di carpire i segreti che possono dare il tocco di classe alla preparazione di un menu natalizio saranno moltissime, partendo dai piatti degli chef stellati: ognuno di loro, realizzerà un menu di tre piatti con cui dare “un assaggio” della filosofia e creatività che li contraddistingue in cucina.

In più, in vista dell’imminente apertura della stagione operistica del Teatro Filarmonico di Verona, alle tre portate se ne aggiungerà una quarta molto particolare: un piatto “lirico“ tutto dedicato ad AMO e ispirato ad una delle 7 opere in calendario.

UN CONNUBIO MAGICO: MUSICA E ARTE

I piaceri della tavola, si sa, hanno sempre fatto parte della vita dei più importanti compositori; alcuni di loro si sono addirittura dilettati a creare il loro piatto particolare in una perfetta trasposizione dalla musica all’arte culinaria. Sulla scia di questo connubio magico tra cibo e musica, il genio, la creatività e la dedizione degli chef Elia e Matteo Rizzo (Ristorante Il Desco, Verona), Nicola Portinari (Ristorante La Peca, Lonigo, Vicenza), Leandro Luppi (Ristorante Vecchia Malcesine, Malcesine, Verona) e Giuseppe D’Aquino (Ristorante Oseleta, Cavaion Veronese, Verona) hanno deciso di ispirarsi a quattro grandi opere liriche per dare vita ad inedite portate.

buonviaggioitalia_tasteofchristimasverona
L’OVETTO AL TARTUFO BIANCO

“Il ritmo incalzante de Il Barbiere di Siviglia mi ha sempre evocato un’energia ed una vitalità oltre misura”, spiega lo chef veronese Matteo Rizzo. “Ho, quindi, pensato di rappresentare in cucina questa grande opera di Gioacchino Rossini, creando un piatto, altrettanto intenso, che ho voluto chiamare L’Ovetto al Tartufo Bianco” . Il dramma d’amore più tormentato narrato da Shakespeare è, invece, la musa ispiratrice di Nicola Portinari: “Il riso ai lieviti Bellaguardia, dolce, amaro, salato e acido racconta l’amore difficile dei due sfortunati amanti, esaltando sapori molto diversi, ma soprattutto in contrasto tra loro”, commenta lo chef che, per la sua portata dedicata ad AMO, si è, appunto, ispirato a Roméo et Juliette di Gounod. “L’acido, il dolce, il salato e l’amaro sembrano nati per respingersi, ma se si assaporano insieme, a contatto con il palato, succede tutt’altro: si fondono magicamente in un abbraccio d’amore. La differenza tra l’opera ed il piatto sta, infatti, nel lieto fine!

buonviaggioitalia_tasteofchristimasverona
PIATTI GREEN

Oltre alla musica e al Natale, Taste of Christmas punta, inoltre, alla sostenibilità: si potranno degustare “piatti green” per metodo di cottura, ingredienti utilizzati, trasporto delle materie prime e preparazione. In linea con i temi di Expo 2015 legati all’energia per la vita, il festival intende infatti sensibilizzare il pubblico alla cultura di una cucina sostenibile. Ogni chef realizzerà un piatto da un lato di sostenibilità ambientale e dall’altro per l’energia positiva che il piatto stesso può generare in chi lo assaggia.
 

INFO

www.tasteofchristmas.it

TAGS
Taste of Chirstmas, Verona, chef, cucina di natale, ricette natalizie, expo 2015, Natale, Teatro Filarmonico di Verona, AMO,  chef veronese Matteo Rizzo, Gioacchino Rossini, Roméo et Juliette, ristoranti Verona, Shakespeare. 

Tagged , , , ,