La Puglia rurale ad Expo

Albano Carrisi è testimonial del progetto sulla Puglia rurale ad Expo, un’occasione preziosa per portare le eccellenze del territorio nel mondo


Di Silvana Benedetti

“Venite in Puglia, non ve ne pentirete!”: questo lo slogan lanciato a Expo dal cantante Albano Carrisi, testimonial del progetto “Puglia rurale: la Puglia sposa il mondo” promosso dai  25 GAL (Gruppi di Azione Locale) della Puglia, all’interno del padiglione di Alessandro Rosso Group (ingresso consigliato Roserio). Inizia cosi il viaggio della Puglia rurale ad Expo.

La Puglia – ha raccontato Albano durante la conferenza stampa – è una sorpresa continua, quotidiana, anche per me che sono un pugliese vero. Ogni volta, quando sono in giro per la mia terra, riesco a scoprire qualcosa di nuovo, una bellezza che prima mi era sfuggita  e che riesce sempre a  emozionarmi.  La Puglia è una regione privilegiata, che in poco spazio ha tutto: il mare meraviglioso, il cibo ottimo, i vini e la gente che accoglie con calore”.

Puglia rurale ad Expo

L’iniziativa è stata presentata al Padiglione del Gruppo Alessandro Rosso, dove fino al 4 ottobre 2015 i 25 Gal della Puglia si alterneranno con l’obiettivo di promuovere le eccellenze del loro territorio a livello internazionale e che ogni settimana culminerà con un evento di grande attrazione dedicato al pubblico di Expo.

In vetrina la Puglia più autentica

A Expo – ha detto il direttore del Gal, Rita Mazzolanipresentiamo la Puglia rurale, la più autentica. Ogni settimana sei Gal presenteranno i loro prodotti d’eccellenza, con l’obiettivo di far conoscere al mondo la nostra terra e di incentivare il turismo dall’estero“.

Puglia rurale ad Expo

Tra le attività in programma per la Puglia rurale ad Expo, show cooking, aperitivi tipici, “matrimoni” tra prodotti pugliesi e quelli di altri Paesi del mondo, degustazioni, musica e laboratori artigianali. Un’occasione per portare nella prestigiosa vetrina mondiale il modello culturale della Dieta Mediterranea che punta ad una corretta alimentazione, alla tutela della natura, alla valorizzazione di cultura e tradizioni promuovendo un corretto stile di vita all’insegna della sostenibilità.

I Gal pugliesi

I GAL pugliesi, con capofila il GAL Terre del Primitivo, presieduto da Ernesto Soloperto e diretto da Rita Mazzolani, coordinatrice del progetto sono: Alto Salento, Meridaunia, Conca Barese, Colline Joniche, Daunia Rurale, Daunofantino, Capo di Santa Maria di Leuca, Gargano, Le città di Castel del Monte, Luoghi del Mito, Piana del Tavoliere, Ponte Lama, Serre Salentine, Sud Est Barese, Terra d’Arneo, Terra dei Messapi, Terra d’Otranto, Valle della Cupa, Valle d’Itria, Isola Salento, Terra dei Trulli e di Barsento, Fior d’Olivi, Terre di Murgia, Murgia Più.