L’Ascolto del Vino

Si parte quindi dai racconti scritti da Paolo Massobrio seguendo la scansione temporale di “ieri, oggi, domani”, per raccontare i 25 anni dell’ascesa del vino italiano nel mondo vissuto da protagonista: l’Ascolto del Vino

Seguono alcune  interviste del passato e del presente a personaggi del mondo del vino: enologi, produttori, opinion leader, ristoratori che completano e approfondiscono sotto vari aspetti la parte didattica. E infine la conoscenza diretta delle cantine, con la selezione degli oltre 1.010 vini premiati negli ultimi dieci anni attraverso il riconoscimento dei “Top Hundred”, ovvero 100 vini selezionati anno dopo anno senza mai premiare cantine delle edizioni precedenti. “Con questo metodo – dicono gli autori col papillon – abbiamo voluto affermare il dinamismo qualitativo della vitivinicoltura italiana, che offre qualità a tutti i livelli, ma soprattutto tanti giovani che hanno incominciato ad interpretare il vino in maniera persuasiva”. Le mille cantine appaiono tutte con una descrizione dei due autori e con l’etichetta del vino Top.

Il Golosario 2013  di Paolo Massobrio

Giunto alla quattordicesima edizione, Il Golosario di Paolo Massobrio, la guida alle 1.000 e più cose buone d’Italia arriva come ogni anno puntuale in tutte le librerie d’Italia e racconta il gusto italiano con i suoi territori, i suoi prodotti tipici, i volti e le storie di chi produce. Il Golosario 2013 è il best seller del fondatore del movimento di consumatori Papillon, che da 26 anni sonda l’Italia alla scoperta delle sue tradizioni artigianali, ma anche dei negozi, delle boutique del gusto, delle cantine e dei migliori ristoranti d’Italia. Un librocult e un vero e proprio riferimento del “turismo enogastronomico italiano”. Quest’anno la guida si presenta con alcune novità di consultazione: ciascuna regione è divisa per provincia per favorire il turista nelle visite circoscritte; inoltre per ogni regione d’Italia, in apertura della sezione, si trovano i prodotti tipici e del territorio con alcune delle migliori referenze presso
cui trovarli.

Con oltre 1.000 pagine si divide in 5 sezioni: la guida ai migliori prodotti, quella degli oli curata da Maurizio Pescari, quindi i negozi, le cantine d’eccellenza e i ristoranti provati da Paolo Massobrio. Tante le nuove scoperte di questa edizione che portano da 1.390 a 1.460 i produttori di qualità suddivisi tra microbirrifici, acetifici, torrefazioni, liquorifici, caseifici, salumifici, produttori ortofrutticoli, artigiani del dolce, produttori di confetture e marmellate, apicoltori, produttori di pane e farine, pastifici e riserie, trasformatori di prodotti ittici, produttori di sfiziosità sottovetro. E poi ancora le Botteghe e Boutique del Gusto, divise tra enoteche, panetterie, pasticcerie, gelaterie, macellerie, salumerie, gastronomie.

Il racconto dell’Italia oltre la crisi

“Il Golosario è il racconto di quell’Italia che vince oltre la crisi – commenta Paolo Massobrio -, quella che punta sulla qualità, sulla tradizione e sul territorio, ma anche sulla creatività che ci distingue come italiani. Va oltre la semplice guida turistica e vede la spinta di chi continua a credere nel gusto e nella bellezza del proprio Paese, su cui spesso ci si dimentica di puntare a livello di promozione”.