Imperia, il viaggio dell’olio

In una regione celebre anche per l’olio squisito, a Imperia esiste il Museo dell’Olivo, dove scoprire la storia e le caratteristiche del prezioso prodotto tra le bellezze del territorio circostante


di Debora Bergaglio

La Liguria è mare, sole, muri a secco, escursioni a filo di costa fra vigneti e ulivi, paesaggi che disegnano contorni pittoreschi fra i monti e le insenature.
Ma Liguria è anche buona tavola e prodotti tipici eccellenti della dieta mediterranea. Fra questi l’olio, che in questa Regione ha un sapore eccezionale e si porta dietro una lunga tradizione. Per scoprire un elemento così importante della tavola e del territorio ligure, vi suggeriamo una tappa ad Imperia, nella riviera di Ponente, tra Oneglia e Porto Maurizio.

Imperia museo olio

Un viaggio all’insegna del gusto, dei sapori e della cultura, per apprendere ascoltando e degustando, ripercorrendo la storia e gli eventi salienti di diverse civiltà; un viaggio, insomma, per veri gourmant, che non si accontentano di vedere un territorio, ma lo vogliono sentire e gustare.

GUSTI DI LIGURIA

Oltre a visitare il centro cittadino e godervi la passeggiata lungo il mare, per compiere un vero viaggio alla scoperta dell’olio e della sua importanza per la civiltà mediterranea, il modo migliore è visitare il bel Museo dell’Olivo dei Fratelli Carli, storica azienda che dal 1911, grazie ad una favolosa raccolta nel proprio oliveto in località Costa Rossa, decide di intraprendere questa attività.

Museo Olio Carli a Imperia
IL MUSEO DELL’OLIVO

Il Museo sorge lungo la strada che conduce nel centro di Imperia, accanto all’emporio e al moderno frantoio in cui si produce l’olio DOP, anch’esso visitabile e preceduto da un bel giardino con palme ed ulivi. Il bel palazzo antico che ospita il Museo accoglie il visitatore in ambienti eleganti e moderni allestimenti che alternano ricostruzioni, attrezzi e proiezioni per raccontare il lungo viaggio dell’olio da Oriente fino alle colonne d’Ercole.

Imperia - Museo dell'Olio fratelli Carli
UN PRODOTTO DAI MILLE IMPIEGHI

E tra miti e leggende, c’è spazio anche per la descrizione dei diversi utilizzi dell’olio, dalla cosmesi all’alimentazione, dai medicinali ai lubrificanti, tutto l’universo di un prodotto versatile e “leggendario”. E a proposito di leggende, nel Museo viene narrato il mito scolpito da Fidia sul Partenone, che riguarda la sfida tra fra Atena e Poseidone, vinta da quest’ultima grazie ad un olivo.

CONOSCERE IL TERRITORIO

Dal Mediterraneo l’attenzione si sposta, stanza dopo stanza all’Italia e alla Liguria, con i suoi muretti a secco e le sue coltivazioni. Visitare il museo è anche un ottimo modo per ripercorrere la storia di questa bella Regione così particolare e intensa, i cui i frutti costano fatica e sacrifici agli abitanti costretti a lavorare in piccoli appezzamenti sparsi e ripidissimi.

AREA DEGUSTAZIONI E PRODUZIONE

Dopo una visita al Museo, non resta che ammirare gli antichi frantoi e gli ulivi del giardino adiacente, visitare l’attuale impianto di produzione per scoprire le fasi della lavorazione e poi concedersi una pausa pranzo con una degustazione nel grande Emporio in cui sono esposti tutti gli oli dei Fratelli Carli, i prodotti cosmetici, tante confezioni regalo e un’area per degustare il giusto olio sui diversi piatti del giorno.

INFO

www.museodellolivo.com

 

Tagged , , ,