Salita al Bivacco Gratton, Val D’Aosta, all’ombra della Grivola

Escursione in Val D’Aosta al Bivacco Gratton, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, punto di partenza per la scalata della Grivola


Di Federico Zerbo

Mi accade spesso di ripetere una frase:

è meglio arrivare alla sera sfiniti, avendo vissuto, essendo stati partecipi di qualcosa, piuttosto che arrivare stanchi, avendo semplicemente cercato di sopravvivere.

È meglio remare con fatica al centro della propria vita, delle proprie emozioni, delle proprie convinzioni, piuttosto che lasciarsi trasportare in maniera anonima all’interno del gregge.

Ho sempre amato le escursioni che mi permettono di arrivare vicino ai miei limiti, tanta fatica, ma una volta in vista del traguardo, enorme soddisfazione, ricordi indelebili. È il caso del bivacco Luigi Gratton ( m 3198 ) in Val di Cogne, nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, in Val D’Aosta.

Val D'Aosta

UN PERCORSO ETERNO

L’itinerario parte da Cretaz ( 1499 ), località posta due km prima di Cogne ( 30 km da Aosta ). Questo bivacco, proprietà della Società delle Guide di Cogne, è il punto di partenza per la famosa e splendida Grivola ( 3969 ). Lo definirei un percorso “eterno”. Millesettecento metri di dislivello; se si decide di spezzare la fatica in due giorni con un pernottamento, risulta senza dubbio più agevole. Nel caso in cui si affronti salita e discesa in giornata, la maggior parte degli escursionisti arriva a conoscere i propri limiti psicofisici. Da Cretaz si attraversano i ponti sulla Grand’ Eyvia e il torrente Valnontey e si segue nel bosco sul versante destro, già piuttosto ripido, giungendo presso o casolari di Les Ors ( 1944 ). Facendo attenzione al percorso sulla dorsale che separa il vallone di Vermiana da quello del Pousset, ci spostiamo in quest’ultimo, incontrando il casotto del guardiaparco. Arrivati al centro del vallone dopo una breve discesa, attraversiamo un paio di volte il torrente, incontrando le baite del Pousset Superiore ( 2529 ).

Da qui, tenendo sempre il lato destro il sentiero si inerpica ripido verso la Punta Pousset, che trascuriamo prendendo a sinistra fino ad un ripiano pietroso. Quota 3000 è vicina, la fatica presente già da un pezzo, ma l’ambiente grandioso stimola il nostro entusiasmo. Si prosegue con attenzione e prudenza su una pietraia, un tratto duro, con il sentiero che praticamente si perde, ma osservando i segnavia sulle rocce, siamo finalmente in vista del Col Pousset.

L’imponente Grivola è di fronte a noi, davanti ci accoglie il piccolo bivacco ( 8 posti letto ), al limitare del ghiacciaio. A mio parere siamo di fronte ad uno dei migliori panorami escursionistici dell’intera Val d’Aosta, ci attende una cena esclusiva ad alta quota ed un indimenticabile notte sotto le stelle.

Il ricordo della mia gita nel luglio del 2009 è nitido, una pastasciutta cucinata letteralmente sul ghiacciaio, la più gustosa della mia vita. Il privilegio di apprezzare le cose semplici, la mia più grande fortuna. Se il meteo è favorevole, l’alba toglie il fiato, tanta fatica, ricompensata da altrettanta bellezza.

Val D'Aosta

VERSO LA GRIVOLA

Il Gratton costituisce la base di partenza per la scalata alpinistica della Grivola, attraversamento del ghiacciaio ed arrampicata su roccia ( 3°/4° grado ); assolutamente necessaria esperienza di alta montagna, consigliabile farsi accompagnare da una guida. Una buona alternativa per escursionisti esperti può essere la salita alla Punta Rossa ( m 3630 – 1 ora / 1 ora e trenta ), con una facile cresta nevosa, sempre comunque degna di attenzione, per la quota e l’esposizione. Non ho ancora compreso se nella vita la vera felicità esista, posso affermare però con certezza che un’escursione al Gratton rappresenti l’autentica “felicità in montagna”. Una felicità raggiunta con le nostre forze e la nostra passione, sempre al centro, sempre protagonisti della nostra esistenza.

INFORMAZIONI UTILI

Località di partenza – Cretaz (1499), Cogne
Dislivello – 1700 m
Difficoltà – E/E
Tempo di salita – 3,30/4,30 ore
Tempo di discesa – 3/3.30 ore
Periodo consigliato – Da giugno a settembre
Escursioni consigliate – Punta Rossa ( 3630 )