Escursione al Reopasso

Sull’Appennino ligure, magia a portata di scarpone per un itinerario insolito in provincia di Genova: escursione al Reopasso.


Ho spesso creduto che le grandi montagne portassero grandi emozioni, spesso è vero, ma non sempre. Alcune di queste montagne le ho scalate, molte altre le ho solo desiderate.

Le Rocche del Reopasso superano di poco i 900 metri, ma lì è casa mia, in quel luogo ho trovato la mia vera essenza. Si trovano nell’Appennino ligure, poco sopra Crocefieschi, una poccola e graziosa località in provincia di Genova, raggiungibile in auto da Busalla o da Isola del Cantone passando per l’abitato di Vobbia.

Escursione Appennino ligure

Il punto più caratteristico di questa cresta rocciosa è costituito da due cime quasi gemelle, molto vicine tra loro, formate da un particolare conglomerato, insolito per l’Appennino Ligure. La partenza dell’escursione al Reopasso, sull’Appennino ligure è la chiesa di Crocefieschi, il percorso è breve, circa 2 km, il dislivello modesto, poco più di 200 m, per una durata dai 30 ai 45 minuti. La prima parte della salita è agevole e dopo breve tempo la figura verticale e arcigna delle Rocche si presenta davanti ai nostri occhi.

Escursione Appennino ligure

SENTIERO O VIA FERRATA

A circa metà di questa insolita escursione al Reopasso, sull’Appennino ligure si può scegliere se proseguire per il sentiero o avventurarsi per la via ferrata, divertente ma assolutamente non banale. Anche il sentiero, specie nell’ultima parte, presenta qualche tratto verticale e un po’ esposto, dove la progressione è facilitata da alcuni cavi metallici. La croce di vetta arriva quasi prematura, inaspettata, davanti a noi tutta la magnifica Val Borbera, alle spalle i monti Figne e Tobbio, la pianura e in lontananza la piramide del Monviso. Questa è l’ascensione, adesso si passa all’emozione.

Escursione Appennino ligure

SOLITUDINE E MAGIA AL BIVACCO

Poco sotto, fra le due cime c’è un graziosissimo bivacco, una piccola casetta di legno letteralmente attaccata alla parete. Lì dormo spesso…e spero di farlo tante altre volte in futuro. All’interno si trova un caminetto, solitario in questo luogo dove gli orpelli della vita quotidiana svaniscono. La salita, il fuoco, il cibo, il riposo, il silenzio…qui non c’è altro e non serve altro.

reopasso4

I tramonti del Reopasso non sono stati visti dai miei occhi….li ho sentiti sulla pelle, sono entrati dentro di me. La cena, il fedele sacco a pelo, la notte e il risveglio, scandito non dall’orologio ma dalle prime luci dell’alba.

La breve colazione, il respiro profondo,il cuore che batte in sintonia con il meraviglioso intorno.
La discesa, la mente libera, liberata…..

Escursione Appennino ligure

Arrivederci al prossimo sogno

Di Federico Zerbo – Il Forrest Gump italiano
da trekker a walker

NOTE PER L’ESCURSIONE AL REOPASSO: se non siete escursionisti esperti o se non siete abituati alla verticalità, andate accompagnati da qualcuno che conosce questi luoghi.