Toscana a due ruote: la Piaggio di Pontedera

La prima cosa che colpisce appena entrati è l’odore della carta e la bella luce che arriva dal corridoio che si imbocca sulla destra. Non siamo in un museo qualunque, fatto di stanze, custodi, a volte odore di chiuso. Il museo Piaggio di Pontedera è più una sorta di open space, luminoso, colorato e concepito come il contenitore che racconta e celebra il mito della Vespa.

Pontedera è la cittadina in cui è nata e ancora esiste l’azienda storica delle Due Ruote.

piaggio

foto di Susanna Bagnoli

VESPA, MODA, CINEMA E PEZZI UNICI

Non grandissimo ma molto gradevole da visitare, il museo è in continuo rinnovamento. Ospita decine di modelli di Vespa e una collezione di moto Gilera. Gli esemplari in esposizione cambiano di continuo. Spesso sono visitabili allestimenti a tema, come quello sulla ‘Vespa e il cinema’, che ha riproposto i modelli usati nei film d’autore oppure, più di recente, quello sul mondo Vespa e la moda firmata Gattinoni, entrambi simboli del made in Italy che piace nel mondo. E poi ci sono i pezzi unici, i modelli di Vespa decorati dagli artisti – anche Dalì si è cimentato in quest’arte – in occasione di mostre e esposizioni internazionali, ora parte della collezione del museo.

piaggio

foto di Susanna Bagnoli

UN MUSEO D’IMPRESA

Ma ripartiamo dalla carta e dal percorso illuminato. Il museo Piaggio, prima di ogni altra cosa, è quello che si chiama un museo d’impresa, cioè raccoglie tutti i documenti che testimoniano la vita dell’azienda: testi storici, commerciali, istituzionali. Catalogati e conservati nell’archivio che potete ammirare proprio entrando nel corridoio a destra dell’ingresso. Inaugurato nel 2000, il museo sorge nella ex attrezzeria dello stabilimento Piaggio. Affacciandovi  nella sala auditorium potete scorgere al soffitto il montacarichi originale dell’epoca e lì capirete che siete in un luogo che è stato di operai e di fatica. Le gigantografie alle pareti raccontano il lavoro e  il flusso di vita della fabbrica.

piaggio

foto di Susanna Bagnoli

VESPA E SENSO DI LIBERTA’

Ma Vespa è anche un brand che ha fatto la storia della comunicazione pubblicitaria. Le due ruote più famose e amate al mondo sono sempre state associate a uno stile di vita fatto di libertà, viaggi, gite con gli amici. Un mood positivo, giovane, italianissimo che ha stimolato la creatività dei pubblicitari. Alcune delle campagne più belle, ‘storiche’ – ricordate il ‘chi Vespa mangia le mele’? – le trovate riproposte nei cartelloni alle pareti.   

INFO
Il museo è nel viale Rinaldo Piaggio n. 7, l’ingresso è gratuito.

E’ aperto dal martedì al sabato, orario 10.00 – 18.00.
www.museopiaggio.it

TAGS
vespa, museo, Piaggio, moda, made in Italy, cinema, Dalì, comunicazione pubblicitaria, audotorium, Pontedera, Toscana, due ruote.