Cosa vedere a Venezia

In una città unica al mondo per la sua bellezza e posizione, ecco qualche suggerimento su cosa vedere a Venezia, passando dai canali ai ponti, dalle piazze alle viuzze, dall’arte ai colori.


di Debora Bergaglio

Unica al mondo. Venezia, città costruita sull’acqua in cui le auto non possono circolare, attraversata dal Canal Grande in una fitta trama di ponti, calle, campi e sotoporteghi, rappresenta indubbiamente una delle più belle e amate città d’arte italiane, insieme a Roma e Firenze.
Da vedere, appunto, perchè diversa da tutte le altre città, grazie alla laguna e a quel gioco di luci e riflessi che la rendono così affascinante, a volte anche un po’ melanconica, con le sue facciate sbiadite che s’immergono nel canale, le sue vie strette percorse dai gondolieri, quella nebbiolina grigia che cala sui più bei palazzi d’arte che abbiate mai visto. Venezia è anche la città del teatro, della letteratura, della storia marinara. Sono moltissimi gli itinerari da intraprendere a Venezia, in base anche agli interessi ed alle inclinazioni di chi la visita.

Di seguito vi indichiamo alcuni spunti, soliti e insoliti, su cosa vedere a Venezia e quali esperienze fare, per visitare e assaporare tutta la magia della città veneta.

ESPERIENZE DA FARE (saltando la coda) 

Un giro in gondola – Clicca qui 

Visita alla basilica di San Marco – Clicca qui 

Visitare la Collezione Peggy Guggenheim – Clicca qui

1 – IL PONTE DI CALATRAVA

Cosa veder a Venezia ponte
Per gli amanti del design e dell’architettura è una vera e propria meta da osservare, ammirare e di fronte a cui, magari, farsi un autoscatto. Altri forse ci passerranno sopra senza nemmeno sapere da chi è stato progettato. Il Ponte della Costituzione, meglio noto come Ponte di Calatrava, è l’opera progettata dal famoso architetto spagnolo Santiago Calatrava, che collega il Canal Grande fra piazzale Roma e la stazione ferroviaria Venezia Santa Lucia. Passaggio obbligato per chi arriva a Venezia via terra, ha una forma arcuata con una campata di 81 metri, la struttura in acciaio, i pavimenti in vetro della Saint Gobain, pietra d’Istria e Trachite Grigia Classica di Montemerlo.

2 – IL CANAL GRANDE

Appena giunti a Venezia, un ottimo modo per avere un colpo d’occhio globale sulla città, apprezzandone la struttura lagunare, è quello di fare un giro in vaporetto lungo il Canal Grande. Si può partire di fronte la stazione dei treni oppure salire in una delle fermate disseminate per la città, scegliendo di fare il giro completo, oppure solo un tratto verso il Ponte di Rialto o Piazza San Marco. Nelle ore centrali della giornata il vaporetto è affollatissimo di turisti, specie in autunno. Ideale sarebbe riuscire a prenderlo presto al mattino o verso sera, per evitare di essere schiacciati tra i numerosissimi turisti che visitano Venezia durante tutto l’anno.

3 – PONTE DI RIALTO

Meta classica e conosciutissima, il Ponte di Rialto è il più famoso dei 354 ponti che troverete a Venezia. Situato proprio nel cuore del Canal Grande, rappresenta un punto privilegiato per ammirare la città, fare acquisti nei negozietti e nelle botteghe, ed anche visitare il mercato di Rialto, così tipico e caratteristico.

4 – PIAZZA SAN MARCO

Cosa veder a Venezia Piazza s.marco

Romantica e suggestiva, piazza San Marco è il cuorte pulsante della città, definita il salotto d’Europa. Un’immensa piazza lunga 170 metri, circondata da portici sotto i quali si trovano le antiche caffetterie Florian e Quadri, arricchita dalle facciate finemente decorate del Palazzo Ducale, della Basilica e il campanile di San Marco, dominata dalla torre dell’orologio. Straordinaria nella sua integrità e bellezza architettonica, difficile da descrivere, è una piazza da godersi nelle ore di minore affluenza turistica, al mattino presto o la sera. Da provare l’esperienza di salire sulla torre dell’orologio per ammirare dall’alto luna fra le piazze più bella d’Italia.

5 – L’ACCADEMIA E S. MARIA DELLA SALUTE  

Cosa veder a Venezia Accademia Dopo una visita a San Marco, tappa imperdibile di cosa vedere a Venezia, si può cercare un po’ di tranquillità e di splendore nell’area di Punta della Dogana, collegata da un ponte sul Canal grande. In questa zona potrete passeggiare più liberamente fra vie un po’ più larghe e meno frequentate rispetto a Rialto e San Marco, godendovi una parte di Venezia altrettanto affascinante, ma un po’ più silenziosa.
Percorrendo a piedi la punta della Dogana, il panorama spazia quasi a 360 gradi verso la zona della Giudecca, da qui raggiungibile. Nella versante verso il Canal Grande vi consigliamo di visitare la bella basilica di Santa Maria della Salute, espressione del barocco veneziano progettata da Baldassare Longhena. La Basilica fu costruita dai veneziani come ex voto alla Madonna per la liberazione dalla peste che colpì la popolazione tra il 1630 e il 1631 e al suo interno custodisce l’icona di una Madonna nera. Tornando indietro verso Rialto, ma restando su questa sponda, si possono visitare il Museo Peggy Guggenheim e le Gallerie dell’Accademia, meta perfetta per gli amanti dell’arte e della cultura del territorio.

6- IL GHETTO

Meta piuttosto insolita ma ricca di fascino e storia, è il ghetto ebraico di Venezia, la zona in cui gli ebrei veneziani erano obbligati a risiedere durante il periodo della Repubblica veneta. Raggiungibile con la linea 1 oppure 82 del vaporetto, (fermata S. Marcuola – Ghetto), oppure con le linee 41, 42, 51 o 52, ( fermata Ponte delle Guglie – Ghetto), il ghetto si distingue, anche architettonicamente dal resto della città, per le alte case-torri, sviluppatesi in altezza in quanto pensate per ospitare un gran numero di persone in poco spazio. All’interno del ghetto esistevano cinque diverse schole che poi diventarono altrettante sinagoghe, le più antiche d’Europa: la Scola Grande Tedesca, la Scola Canton, la Scola Italiana, la Scola Levantina e la Scola Spagnola. Nel Ghetto Novo si trova inoltre il Museo Ebraico di Venezia, in cui ammirare libri, stoffe e oggetti sacri usati durante le cerimonie religiose.

7- MURANO, BURANO, TORCELLO

Cosa veder a Venezia vetro soffiato

Meritano una visita le belle isole che circondano Venezia, fra cui le più note sono Murano, celebre per la lavorazione del vetro soffiato e ricca di botteghe in cui acquistare oggetti introvabili altrove, Burano invece per i merletti e le facciate coloratissime e vivaci della bitazioni, e Torcello, importante centro storico, in cui veniva lavorata la lana, e in cui è ancora possibile visitare Chiesa di Santa Fosca, la Basilica di Santa Maria Assunta e il ponte del Diavolo.

Cosa vedere a Venezia

8- I TEATRI DI VENEZIA: LA FENICE E IL GOLDONI

Cosa veder a Venezia Teatro Fenice

Se amate il teatro o semplicemente vi piace conoscere la storia dei luoghi che visitate, perchè non visitare il Teatro La Fenice, che si trova nel Sestiere di San Marco in campo San Fantin. Principale teatro lirico di Venezia, la struttura è nota anche per essere stata più volte distrutta e riedificata.  Nell’Ottocento questo gioello ospitò diverse prime assolute, fra cui le opere di Giuseppe Verdi, Gioacchino Rossini, Gaetano Donizetti e Vincenzo Bellini. Fra le calle che uniscono del centro storico si trova anche il famoso Teatro Goldoni, perla della storia teatrale italiana.

9 – LIDO DI VENEZIA

Tutti conoscono il Lido di Venezia grazie alla grande kermesse cinematografica che si svolge ogni anno a settembre. E’ sul red carpet del Lido che si danno appuntamento le star del cinema e della Tv nazionale ed internazionale, in questa sottile isola lunga circa 11 km e delimitata dai porti di San Nicolò e Malamocco. Si raggiunge con il vaporetto di linea ed è una fra le poche isole della laguna in cui sono presenti strade carrozzabili ed anche un piccolo aeroporto turistico.

10 – CALLE E SOTOPORTEGHI

Cosa veder a Venezia stradeCosa vedere a Venezia carnevaleFra le esperienze più affascinanti e che vi suggeriamo di compiere a Venezia, vi è quella che consiste nel vagare e perdersi fra le sue calle (viuzze strette) e i sotoporteghi (portici), fra i campi (piccole piazze) e le sue botteghe in cui si producono artigianalmente le famose maschere veneziane, oggetti e gioielli in vetro di Murano, ma anche le straordinarie stamperie che lavorano carte eleganti e raffinate, realizzando oggetti unici. Il consiglio è di acquistare oggetti veramente originali, che troverete non certamente nei luoghi più turistici, bensì in questi percorsi meno noti e più nascosti. Da Piazza San Marco potete quindi immergervi nelle calle che vi conducono prima a Rialto e poi fino a Piazzale Roma, scoprendo piazze meno note, attraversando ponti, spiando il percorso delle gondole che ritroverete lungo il vostro cammino. Un’altra esperienza tipicamente veneziana, è quella dei cicchetti, ovvero piccoli spuntini che i veneziani sono soliti fare duranta la giornata, accompagnati da un’ “ombra di vino”, (calice di vino), nelle osterie tipiche del luogo. Simili all’aperitivo, ma distribuiti in tutto l’arco della giornata.

Cosa vedere a Venezia imbrunire con gondole

 

TAGS
Venezia, cosa vedere a Venezia, dieci cosa da vedere a Venezia, Venezia insolita, Ghetto ebraico Venezia, San Marco, Rialto, Canal Grande, cosa fare a Venezia, gondole Venezia, Murano, artigiananto veneziano, Burano, Calatrava.

Tagged , , ,