Ritratto di Bussana, nell’entroterra di Sanremo

Fra i più affascinanti villaggi della Liguria, un tempo abbandonata, Bussana Vecchia è tornata in vita grazie ad una comunità internazionale di artisti.


di Vittorio Puggioni

Per chi è sensibile al fascino dei Paesi abbandonati, una visita al borgo medievale di Bussana Vecchia, nelle colline sanremesi, è d’obbligo. Raggiungibile in macchina, oppure in navetta dalle Stazioni ferroviarie di Arma di Taggia e Sanremo, Bussana è un meraviglioso insediamento a forma di pigna situato nel Comune di Sanremo, la città dei fiori e del Festival della canzone italiana.

Come spesso accade, accanto a luoghi molto conosciuti e celebri, si celano veri e propri tesori da scoprire, luoghi nascosti intrisi di magia e di poesia, proprio come Bussana, a circa 8 km da Sanremo, circondata da macchia mediterranea, castagneti e pini marittimi. Questi sono i luoghi prediletti dalla redazione di buonviaggioitalia.it.

UN GIORNO A BUSSANA, IL MIO VIAGGIO NELL’ARTE

di Debora Bergaglio

bussana

Quando arrivi a Bussana Vecchia senti subito una certa energia nell’aria. Non c’è niente da fare, ci sono luoghi, e la Liguria ne è piena, in cui resta una certa ispirazione, come un destino che non si perde negli anni, ma resta attaccato ai ruderi del luogo. Potrebbe essere definito un paese “abbandonato” o “fantasma”, ma sia io che il mio compagno di viaggio Vittorio Puggioni (fotografo), lo sentiamo molto vivo. Forse per gli artisti che lo popolano, per le botteghe artigianali, per i punti ristoro e qualche locale che puntellano questo bellissimo villaggio artistico.

bussana

Prima di visitare il borgo dobbiamo raccogliere le idee e recuperare energia dopo il trekking che ci siamo fatti dalla Stazione di Arma di Taggia. Abbiamo deciso di venire fin quassù a piedi, per goderci meglio tutto il paesaggio della riviera e del suo entroterra nascosto. Ci sediamo su pochi scalini in ombra sotto un bellissimo un arco in pietra, e riflettiamo, pensando alla storia di questo villaggio oggi abitato da artisti di tutto il mondo.

bussana

Un tempo si chiamava solo Bussana, ed era un villaggio arroccato che cercava di difendersi dalle incursioni longobarde e saracene. La sua conformazione era pericolosa, lo confermavano scosse di terremoto che colpirono il paesino nel corso del 1800; per questo i suoi abitanti decisero di rinforzare gli edifici costruendo quei tipici archetti, oggi visibili ovunque, che collegano le abitazioni che si affacciano sugli stretti carrugi di Bussana all’altezza del primo o del secondo piano.

bussana

Già, ma questo non fu sufficiente. Il destino di Bussana fu segnato mercoledi 23 febbraio 1887, giorno delle ceneri, quando un violento terremoto danneggiò il paese. Per qualche tempo gli abitanti vissero nelle abitazioni pericolanti, e poi, nel 1889 nacque 3 Km più a valle l’abitato di Bussana Nuova e l’antico borgo venne definitivamente abbandonato, prendendo così il nome di Bussana Vecchia. Un destino ineluttabile? Non direi. In qualche modo Bussana Vecchia è tornata, per così dire, “Nuova”.

IL RITORNO IN VITA IN NOME DELL’ARTE

Abbiamo finalmente ripreso fiato e possiamo proseguire la visita nel borgo, fra i carrugi, alla scoperta degli ateliers e degli artisti di Bussana, che non vedo l’ora di incontrare. Uno dei motivi per cui abbiamo deciso di venire a visitare questo borgo è la sua storia e soprattutto il fatto che abbia saputo attirare, in qualche modo, questa comunità internazionale di artisti che, a partire dali anni ’60, sono riusciti a far rivivere il paese. Grazie a loro Bussana è tornato in vita, è diventato uno spazio concepito come grande atelier, un luogo da vivere come esperienza artistica. La magia di Bussana continua grazie a un sogno, all’ ideale di una comunità internazionale di artista che ha riscoperto e riportato in vita un mucchio di ruderi dimenticati per farne una colonia artistica.

bussana

L’economia di Bussana è oggi basata sul turismo, ma in base alle mie notizie un tempo la gente viveva di agricoltura, allevamento e della coltivazione di olivi e agrumi su terreni disposti in terrazzamenti. La religiosità dei suoi abitanti traspare da alcune magnifiche strutture quali la vecchia Chiesa di Sant’Egidio, con tracce di stucchi, pitture originarie e con un campanile  miracolosamente scampato al sisma, e dall’ Oratorio di Giovanni Battista nella zona est del paese.

BOTTEGHE, ATELIER, ARTISTI DA TUTTO IL MONDO

Passeggiare per Bussana è una scoperta continua. Ovunque s’incontrano angoli caratteristici, botteghe e ateliers, oltre ai manufatti in pietra, splendido retaggio di un’architettura rurale che mantiene intatto il suo fascino. E’ sorprendente sentire parlare tutte queste lingue diverse da artisti provenienti oltre che dall’Italia, dalla Francia, dall’Inghilterra, dalla Germania, dall’Austria e dall’Olanda. E pensare che alcuni di questi hanno stabilito qui la loro dimora, mentre altri vi hanno soggiornano per periodi più o meno lunghi. Ho letto che ci sono stati anche dei contrasti fra artisti e popolazione residente. Si sono formati due gruppi di artisti con un diverso approccio e con esigenze diverse. Ma queste cose non mi interessano molto, più che altro mi rattristano. Mi rattrista pensare che sia sempre così difficile trovare un accordo per il bene comune e per uno sviluppo futuro. Una vicenda tipicamente italiana, questa.

Accanto a produzioni artistiche di qualità si trovano anche gadgets, souvenir e produzioni di livello decisamente più basso. Ma questo non toglie fascino alla storia di Bussana Vecchia, che ormai è tornata in vita, pur tra contrasti e tensioni fra ideali da un lato ed esigenze più materiali dall’altro.

Buon viaggio! Safe travel! Bon voyage! Gute fahrt!

INFO
Foto di Vittorio Puggioni

Linee ferroviarie La stazione dei treni più vicina è quella di Taggia – Arma; poco più distante è la stazione di Sanremo.
Autolinee vi sono linee di autobus dalla stazione dei bus di Sanremo fino a Bussana Nuova; in periodo estivo sono talvolta presenti bus-navetta da Bussana Nuova o direttamente da Sanremo.
Autostrada Autostrada Torino- Savona (A6) direzione Savona. Immissione sull’autostrada Genova Ventimiglia (A12) direzione Ventimiglia, uscita Arma di Taggia. Imboccare la Statale Aurelia (SS1) direzione Sanremo, svoltare al bivio per Bussana, seguire le indicazioni per Bussana Vecchia.