Lago di Garda, emozioni mediterranee

Sono i colori luminosi e l’atmosfera di vacanza mediterranea a contraddistinguere il fascino del Lago di Garda. Una terra di dolci contrasti: dalla costa fiorita e “mondana”, all’ entroterra più intimo e rurale


Di Silvana Benedetti

La riviera del Lago di Garda è un susseguirsi di incantevoli borghi e rigogliosi giardini che profumano di oleandri, agavi e bouganville. Più in alto, distese di vigneti ricamano le colline moreniche verso la pianura. Meta turistica per eccellenza, il lago coniuga lo spettacolo offerto dal lago a quello delle montagne, facendo da palcoscenico a una storia millenaria testimoniata da autentici capolavori.

Lago di Garda

GARDONE RIVIERA, LA CITTA’ GIARDINO

La più nota e la prima, in ordine di tempo, tra le stazioni di villeggiatura affacciate sulla sua sponda occidentale del Lago di Garda, è Gardone Riviera: unico Comune lombardo insignito della prestigiosa Bandiera Blu per la pulizia delle sue acque e l’alto livello dei servizi, ma anche Bandiera Arancione del Touring Club per le località dell’entroterra che si distinguono per offerta di eccellenza, e recentemente inserito nel club dei Borghi più Belli d’Italia. Gardone Riviera è nota in tutta Italia per ospitare il Vittoriale degli Italiani,  la casa-museo del poeta Gabriele D’Annunzio, che vi abitò dal 1921 al 1938. Ma non sono certamente da trascurare anche le magnifiche  ville d’epoca,  come Villa Alba, Villa Fiordaliso ( dimora di Claretta Petacci durante la repubblica di Salò) la Torre San Marco, i pittoreschi Gardone di Sotto e Gardone di Sopra, collegati da uno spazio carico di suggestione e sensualità: il Giardino Botanico Hruska.

GRAND HOTEL GARDONE: UNA STORIA LUNGA UN’EPOCA

Grand Hotel GardoneIn questo scenario, tra natura, storia e cultura, si inserisce il Grand Hotel Gardone, che rappresenta la scelta migliore per assaporare appieno il fascino di questi luoghi. Storico albergo di prestigio, Il Grand Hotel Gardone è stato la prima struttura ricettiva ad essere costruita sulle sponde del Lago di Garda, nel lontano 1884, lanciando il turismo lacustre e trasformando la località nella più frequentata stazione climatica invernale mitteleuropea. Oggi, entrare nelle sale del Grand Hotel significa immergersi nella quiete di una residenza elegante e senza tempo. Aperto da aprile a ottobre, è dotato di 167 tra camere e junior suite con terrazze panoramiche che si affacciano direttamente sul lago e propone ai suoi ospiti tutti i servizi necessari per un soggiorno di piacere o di lavoro. La struttura  è dotata di un ristorante principale con veranda e di un ristorante à la carte ‘Il Giardino dei Limoni’, un centro congressi, il salone delle Feste, una piscina esterna riscaldata con sdraio e lettini, la spiaggia privata, la terrazza solarium attrezzata a sbalzo sul lago, con possibilità di attracco delle imbarcazioni, e di una piccola zona wellness con sauna, bagno turco e centro benessere, dove effettuare trattamenti estetici e massaggi.

GLI OSPITI “ILLUSTRI” DEL GRAND HOTEL

Meta esclusiva per i soggiorni turistici di nobili e intellettuali provenienti da tutta Europa, i saloni delle feste del Grand Hotel hanno visto passare un’epoca:  da Re Giorgio di Sassonia a Gabriele d’Annunzio, che vi soggiornò nel 1921 con musicisti, artisti e nobildonne, da Sir Winston Churchill, che amava sorseggiare al Piano bar il suo Champagne preferito, il “Pol Roger”, agli scrittori Vladimir Nabokov, Somerset Maugham e Paul Heyse, Nobel per la Letteratura nel 1910, che vi ambientò la novella Eine venezianische Nacht (Una notte veneziana), dall’astronauta russa Valentina Tereskova, prima donna nello spazio, al ricercatore Albert Sabin, scopritore del vaccino contro la poliomielite.

lago di Garda

Ill Grand Hotel sul Lago di Garda è stato inserito nell’elenco degli alberghi più antichi d’Italia dall’Associazione culturale “Locali storici d’Italia” e nel 2009 gli viene dedicato nuovamente un francobollo d’autore della serie “Locali storici”.