La vacanza “paleolitica”

Di Debora Bergaglio

Ci piace spesso parlare di turismo insolito e di territori da scoprire, al di fuori delle rotte turistiche tradizionali e più in voga. Ebbene abbiamo scoperto un borgo delle Marche che incarna perfettamente questo spirito di viaggio e di scoperta che con tanta passione coltiviamo nel nostro magazine on line.
Siamo sicuri che ne rimarrete incantati anche voi, se avrete il desiderio di spostarvi a Valderica, nel Comune di Borgo Pace, in Provincia di Pesaro Urbino, in quella splendida Regione che unisce mare, natura, storia ed arte: le Marche.

buonviaggioitalia_borgopacemarche

IL PRIMO B&B PALEO

Fra i boschi dell’Appennino marchigiano, al confine tra Toscana e Umbria, nell’area denominata “Alpe della Luna”, è nata la prima realtà “paleo” italiana, ispirata ad una tendenza già sviluppata nel resto del mondo. Si tratta di un B&B davvero originale, unico anche nelle attività e negli eventi proposti, ma soprattutto nello stile di vita che i suoi titolari propongono ai visitatori. ValdericArte è quindi un B&B e residenza creativa che sorge in un luogo ricco di fascino e di spiritualità, proprio fra l‘ex monastero benedettino di Lamoli e l’eremo e l’ospizio costruito dai monaci per i viandanti sul monte Sant’Antonio, nelle terre in cui gli stessi monaci avevano fondato, nel VII secolo, Lamoli, il suo castello, il monastero e l’abbazia dedicata a S. Michele Arcangelo.

buonviaggioitalia_borgopacemarche

RESIDENZA CREATIVA

E tra borghi, abbazie, rocche e bellezze antiche la storia sembra tornare sui propri passi e riprendere ritmi di vita più lenti, più in sintonia con la natura e con l’uomo stesso. Fautori di questo “modo nuovo” di tornare al passato, sono: Maria Stella, Maria Luisa, Lorenzo, Ettore, Fabio e Heidi, che con passione accolgono gli ospiti della struttura consentendogli di rilassarsi e godere della natura per esempio attraverso un bel bagno di erbe raccolte in giardino, oppure arricchirsi ed esprimirsi artisticamente attraverso attività di pittura e scultura con diversi materiali a disposizione: legno, argilla, carta etc. Ma cerchiamo di capire meglio cosa significa essere una struttura “paleo”, o paleolitica.

buonviaggioitalia_borgopacemarche

LA PALEODIETA

buonviaggioitalia_borgopacemarcheSi tratta di uno stile di vita che richiama la vita delle caverne, dell’uomo paleolitico appunto, studiato dal nutrizionista Loren Cordain, docente al Dipartimento di Salute e Scienze motorie presso la Colorado State University.

Elemento principale, ma non unico, di questo stile di vita, è l’alimentazione. La “Paleodieta”, che ripropone in qualche modo l’alimentazione di chi viveva all’età della pietra, si basa su cibi genuini, locali, senza zucchero, cereali e latticini. Mangiare Paleo significa quindi alimentarsi con pesce, carni bianche e rosse magre, verdure, uova, frutta frasca e secca, verdure e uova.

Un trend che ha conquistato anche molte star internazionali, quali: Uma Thurman, Megan Fox, Miley Cyrus, Matthew McConaughey e Gwyneth Paltrow, per citarne solo alcuni. Lo stile “paleo” proposto in questa meravigliosa oasi appenninica marchigiana, andando oltre l’alimentazione, comprende anche  sport, costumi, scienze, storia, archeologia, arte, cultura, salute, medicina, natura, erbe, benessere, agricoltura, allevamento, turismo e creatività.

IL PALEO DAY

Per far conoscere e celebrare questa “filosofia” di vita, basata anche sulla conoscenza della storia e del nostro passato, a Valderica si è svolto il primo “Paleo Day”, una giornata per immergersi nella vita “primordiale”, attraverso numerose ed originali attività, far cui: fare una passeggiata preistorica per i sentieri dell’Alpe della Luna, raccogliere alcuni materiali “Paleo” quali selci, fibre vegetali, ossa e piante officinali, apprendere le tecniche per usare attrezzi primitivi quali: raschiatoio, bulino e trapano a volano, cimentarsi in attività artigianali come la scheggiatura della selce, la preparazione dei pigmenti naturali per la pittura rupestre e la modellazione dell’argilla per la realizzazione di vasellame.

buonviaggioitalia_borgopacemarche

E per finire in bellezza, una bella cena “paleo” alla luce del fuoco, per celebrare la riscoperta di valori e saperi antichi ma universali, sviluppando anche una nuova forma di turismo che consente al visitatore di entrare in armonia con se stesso e con il territorio del quale è ospite, scoprendo luoghi e persone con un approccio “ essenziale”, “primitivo”.

INFO

www.valdericarte.com

Come arrivare a Valderica

PER CHI ARRIVA DAL VERSANTE ADRIATICO: uscire dalla superstrada SS73 in direzione Roma e per Acqualagna/Città di Castello/Urbania, poi seguire per Borgo Pace. Cinque chilometri dopo Borgo Pace si arriva nella piccola piazza di Lamoli, proseguire per quasi un chilometro sempre in direzione Roma, fino a un cartello blu sulla destra con scritto “Ca’Pezzolo-Valderica” che indica di svoltare a sinistra: da lì inizia una strada sterrata che prosegue per circa un chilometro, proseguire sempre dritto fino al cartello che indica “Valderica”.

PER CHI ARRIVA DALLA TOSCANA O DALL’UMBRIA: percorrere il valico di Bocca Trabaria e un chilometro prima di Lamoli svoltare a destra in corrispondenza di Ca’Pezzolo-Valderica e poi continuare come sopra.

TAGS
Valderica, ValdericArte, Marche, Pesaro Urbino, turismo Marche, cosa vedere nelle Marche, B&B Marche, Borgo pace, monasteri Marche, itinerari marche, paleodieta, paleo day, strutture paleo, eventi Marche,  Loren Cordain